rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Politica

Pd, Renzi senza paura: "Ascoltiamo tutti ma non ci ferma nessuno"

L'ex premier ha parlato al Forum dei circoli del Partito Democratico a Milano: "Senza di noi la sinistra non esiste"

Matteo Renzi difende a spada tratta il Partito Democratico nel discorso al Forum dei circoli del Pd a Milano:"Questo attacco è un attacco contro il Pd, non contro di me. Se tu attacchi il Pd stai attaccando l'unica diga che c'è in Italia contro i populisti. Non sono preoccupato per me, ma io difendo questa comunità di donne e di uomini. Fuori dal Pd non c'è la rivoluzione leninista, ma la Lega e i 5 stelle. Non c'è la vittoria della sinistra di lotta e di governo. E chi immagina di fare il centrosinistra senza il Pd vince il premio Nobel della fantasia". 

"Le primarie hanno dimostrato -prosegue l'ex premier - che al Pd chi comanda non sono le persone elette, ma i cittadini che hanno votato. Io non rispondo ai gabinetti, ai capicorrenti, io rispondo agli elettori. E quando la democrazia parla si risponde ai cittadini, non ai capicorrente". 

"C'è un virus dell'autodistruzione della sinistra – ha continuato Renzi - Quando le cose vanno bene, come dopo le primarie, è partita immediatamente la polemica interna. Mi attaccano? Ormai siamo abituati... Uno più, uno meno, venghino signori venghino". 

 "Io ho nostalgia del Pd che aspettava il futuro, non dei tavoloni dell'Unione dove tutti si parlavano addosso. Non del ministro che scendeva in piazza contro il suo presidente del Consiglio. Ho invece ho nostalgia del Pd che aspettava il futuro, ho nostalgia dell'intuizione di Veltroni, quando immaginò che nel Pd si stesse insieme per qualcosa, non contro qualcuno".

"Siete una realtà straordinaria. Potevo coinvolgervi di più in passato. Forse sì. Mea culpa. Ma adesso non avete più l'alibi neanche voi". Lo ha detto, rivolto alla platea dei militanti dei circoli del Pd riuniti a Milano, il segretario del partito, Matteo Renzi.

"Adesso si parte sul serio. Parte un viaggio in treno, perché noi non staremo a inseguire le polemicuzze interne, un viggio capace di andare incontro al cuore delle persone. Chi ha voglia di mettersi in gioco, si metta in cammino, chi ha voglia di polemizzare sappia che non li seguiremo", ha concluso.

L'ex premier ha annunciato per l’autunno l’iniziativa di un giro in treno per l’Italia. “Rimettiamoci in cammino - ha detto - senza inseguire discussioni finte”, che “sono quelle che ci fanno perdere tempo, sono le discussioni che non servono più”, mentre “fuori c’è un Paese dove c’è un sacco di gente che non va più a votare; a cui non frega niente della legge elettorale”. Per questo, “quando il 24 settembre chiude la Festa dell’Unità di Imola, saliremo su un treno e per 4-5 mesi gireremo tutte le province d’Italia”. Un treno, ha aggiunto Renzi, che “avrà una carrozza social” e “uno spazio per incontri”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pd, Renzi senza paura: "Ascoltiamo tutti ma non ci ferma nessuno"

Today è in caricamento