Mercoledì, 23 Giugno 2021
Elezioni Grecia

Risultati elezioni Grecia 20 settembre 2015: vince Tsipras

Gli elettori confermano la fiducia al leader di Syriza. Il leader di Nuova Democrazia Meimarakis ha ammesso la sconfitta. Il premier uscente non ha però i numeri per governare da solo: si va verso la grande coalizione

I militanti di Syriza in festa al quartier generale del partito (Infophoto)

ATENE (GRECIA) - Bruxelles continua ad avere un nemico, da oggi più forte: Alexis Tsipras. Il leader di Syriza, premier uscente, ha nuovamente vinto le elezioni, le seconde del 2015. Numeri alla mano, però, è senza maggioranza e quindi costretto a cercare nuovi alleati per formare un governo. 

I NUMERI - I  dati reali vedono Syriza in vantaggio intorno al 35,5% seguita dai conservatori di Nuova Democrazia al 28,2 per cento. Al terzo i filozanisti di Alba Dorata con il 7,32%. Quindi i socialisti del Pasok con il 6.4%; Kke con il 5.5%; To Potami (centrosinistra) con il 4%; i Greci Indipendenti al 3.7%; Unione centristi al 3.4%. Unità popolare - fondato dai fuoriusciti di Syriza - non riuscirebbe a superare la soglia di sbarramento del 3% necessaria a entrare in parlamento visto che si fermerebbe al 2,78.

I SEGGI - Queste percentuali assegnano al partito del premier uscente Alexis Tsipras 145 seggi; a Nea Dimokratia 75 seggi; 19 ad Alba dorata; 17 al Pasok; 15 al Kke; 10 a Potami; 10 ai Greci Indipendenti, 9 all'Unione centristi. Tsipras sarà quindi costretto ad allearsi almeno con un'altra forza politica. Escluso un governo di grande coalizione con i conservatori, l'ipotesi più fattibile è la riedizione della vecchia alleanza con i nazionalisti Greci indipendenti (Anel) che avrebbero 10 seggi.

?

IL VOTO - Si è votato con il sistema proporzionale con un premio di maggioranza molto corposo: 50 seggi sui 300 a disposizione. La soglia di sbarramento è del 3%. A gennaio il voto incoronò premier il leader di Syriza, Alexis Tsipras, giunto a un soffio dalla maggioranza assoluta nell'Assemblea parlamentare. Le elezioni sono arrivate dopo le dimissioni di Tsipras, che a luglio è riuscito a far approvare in Parlamento il piano lacrime e sangue che accompagna il nuovo salvataggio europeo da 86 miliardi di euro soltanto con i voti dell'opposizione, provocando una spaccatura nel suo partito.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Risultati elezioni Grecia 20 settembre 2015: vince Tsipras

Today è in caricamento