rotate-mobile
Giovedì, 20 Giugno 2024
Politica

Débacle 5 Stelle: Grillo "tradito" dalla Sicilia

I candidati del Movimento 5 Stelle vincono soltanto in due Comuni: Pomezia (Roma) e Assemini (Cagliari). Ballottaggio a Ragusa

ROMA - Non ha pagato nemmeno la traversata a nuoto dello stretto di Messina di Beppe Grillo. Il Movimento 5 Stelle esce con le ossa rotte dalla tornata elettorale delle amministrative.

Più di tutte la Sicilia, le regione dove Grillo avevano puntato tutto, ha voltato le spalle ai grillini. A Siracusa, Catania e Messina non c'è partita: a spoglio quasi terminato i grillini non hanno raggiunto il 6% in nessuna delle tre città. Unico spiraglio a Ragusa, dove di misura, il candidato cinquestelle Federico Piccitto ha raggiunto il secondo posto con un 15,64 % contro il 29,34% del candidato di centrosinistra Giovanni Cosentini, aggiudicandosi un posto nel ballottaggio.

Per il resto, addio Sicilia, e non solo. I candidati del M5S riescono a conquistare la poltrona di due dei tre comuni al di sotto dei 15mila abitanti nei quali sono riusciti ad andare al ballottaggio. A Pomezia (Roma) si è imposto il grillino Fabio Fucci, mentre ad Assemini (Cagliari) è il Cinque Stelle Mario Puddu a diventare primo cittadino. Poi il nulla, o quasi.

"Il cammino del MoVimento 5 Stelle all'interno delle istituzioni è lento, ma inesorabile", ha commentato il leader. Aggiungendo che "Mario, Fabio e i ragazzi del MoVimento apriranno le porte dei comuni ai cittadini. A loro va l'abbraccio di tutta la comunità del M5S. Vi staremo vicini!".

TUTTI I RISULTATI DEI BALLOTTAGGI

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Débacle 5 Stelle: Grillo "tradito" dalla Sicilia

Today è in caricamento