rotate-mobile
Sabato, 28 Maggio 2022
ELEZIONI REGIONALI / Palermo

Nella sconfitta della politica vince Crocetta

Il candidato Pd e Udc batte Musumeci (Pdl) e annuncia: "Nessun inciucio". Ma per governare avrà bisogno di alleanze. Il vero vincitore, però, è l'astensione: un siciliano su due non ha votato. E il '5 Stelle' è il primo (non) partito

La notizia non è la vittoria del candidato Rosario Crocetta ma il fatto che un siciliano su due ha deciso di non recarsi alle urne per scegliere il presidente della Regione.

Alla chiusura delle urne, il dato è chiaro: i cittadini che si sono recati a votare sono stati appena il 47,42% degli aventi diritto, pari a 2.203.885. Un dato choc se rapportato a quello del 2008, quando però si votò anche di lunedì e in contemporanea alla Camera e al Senato: allora si recò alle urne il 66,68%.

Il Comune con la percentuale di affluenza più alta è stato Maniace, in provincia di Catania, con il 77,76%; quello con la più bassa, invece, Acquaviva Platani in provincia di Caltanissetta, con il 20,68%. La Provincia con la percentuale di affluenza più alta è stata Messina, con il 51,32%, quella con la più bassa Caltanissetta con il 41,34%.

ORLANDO: "ASTENSIONISMO CLAMOROSO". "Astensionismo clamoroso, ma in qualche modo prevedibile". Così il sindaco di Palermo Leoluca Orlando ospite a 24 Mattino su Radio 24, sulle elezioni regionali in Sicilia. Per Orlando ormai il dato è tratto: "Siamo alla morte dei partiti politici tradizionali che non riescono piu' ad essere punto di riferimento per le esigenze dei cittadini. Non e' la prima volta che accade. A maggio sono stato eletto sindaco di Palermo con il 74% dei consensi e la mia coalizione e i partiti che mi sostenevano hanno ottenuto soltanto il 14%. Questo risultato siciliano, collegato a quello palermitano di qualche mese fa, manda un messaggio alla politica nazionale chiarissimo, i partiti sono diventati strutture autoreferenziali incapaci di esprimere le esigenze dei cittadini".

CROCETTA: "CAMBIA LA STORIA". "Con me è la storia che cambia. Nell'isola uno come me non sarebbe mai stato eletto". Così il candidato alla presidenza della Regione siciliana per il Pd e Udc Rosario Crocetta, ha commentato l'esito del voto che lo premia come nuovo governatore dell'isola. "Io cercherò la maggioranza in aula sui provvedimenti. Non cederò a nessun inciucio, la mia storia me lo impone", ha detto Crocetta.
 
 
PRESIDENTE - RISULTATI: CROCETTA PRESIDENTE.
Nelle 4.205 sezioni su 5.308 dove si è concluso lo spoglio per il nuovo presidente della Regione siciliana la situazione è la seguente:
 
CROCETTA --- Pd - Udc --- 31.0%
MUSUMECI --- Pdl --- 25,2%
CANCELLERI --- Movimento 5 Stelle --- 18,0%
MICCICHE' --- Fli - Grande Sud - Mpa --- 15,5%
MARANO --- Fds - Sel - Verdi - Idv --- 6%
FERRO --- Forconi --- 1,7%
DE LUCA --- Rivoluzione siciliana --- 1,2%
STURZO --- Sturzo presidente --- 1,0%
DI LEO --- Pcl --- 0,2%
PINSONE --- Volontari per l'Italia --- 0,2%
 
Ora però si apre la partita delle alleanze: Crocetta, infatti, non ha i seggi necessari per governare da solo. Per questo, si andrà verso un governo 'di coalizione".

LISTE - RISULTATI: MOVIMENTO 5 STELLE PRIMO PARTITO. Questi invece i risultati delle singole liste. Ricordiamo che per entrare nell'Assemblea regionale siciliana serve superare lo sbarramento del 5%.

MOVIMENTO 5 STELLE (Cancelleri) - 14,8%
PARTITO DEMOCRATICO (Crocetta) - 13,6%
POPOLO DELLE LIBERTA' (Musumeci) - 12.4%
UNIONE DI CENTRO (Crocetta) - 10,8%
MOVIMENTO PER LE AUTONOMIE (Micciché) - 9,5%
MOVIMENTO POLITICO (Crocetta) - 6,5%
GRANDE SUD (Micciché) - 6,3%
CANTIERE POPOLARE (Musumeci) - 5,9%
MUSUMECI PRESIDENTE (Musumeci) - 5,6%

Fuori dall'Ars
FUTURO E LIBERTA' (Micciché) - 4,3%
ITALIA DEI VALORI (Marano) - 3,5%
FDS - SEL - VERDI (Marano) - 3,0%
POPOLO DEI FORCONI (Ferro) - 1,4%

RIVOLUZIONE SICILIANA (De Luca) - 1,2%
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nella sconfitta della politica vince Crocetta

Today è in caricamento