rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
La nota piccata

C'è di nuovo Rocco Casalino dietro le decisioni del M5S?

Il capo comunicazione del M5S smentisce le indiscrezioni giornalistiche: "Ho un ruolo solo nella comunicazione del Movimento. Basta macchina del fango contro di me"

Rocco Casalino, l'ex portavoce di Conte a Palazzo Chigi, sarebbe a guidare la macchina politica del M5S? Un'indiscrezione di Repubblica di oggi racconta come l'ex partecipante del Grande Fratello sia dietro alla comunicazione confusionaria sul ritiro dei ministri pentastellati, dopo lo strappo del leader del Movimento Giuseppe Conte con il premier Mario Draghi, che ha presentato le dimissioni dal suo incarico respinte poi dal Capo dello Stato Sergio Mattarella.

Casalino non ci sta a farsi dipingere come artefice e protagonista di un ruolo che, a suo dire, non è suo. E punta il dito contro la testata diretta da Maurizio Molinari per aver attivato una "macchina del fango" contro di lui. Con una nota pubblicata in mattinata, l'ex portavoce di Conte smentisce i contenuti dell'articolo pubblicato oggi su Repubblica, per "una ricostruzione piena di falsità e illazioni sul mio conto". E poi aggiunge: "Premesso che non avendo incarichi politici non seguo le riunioni del Consiglio nazionale né partecipo a confronti di natura politica nei quali viene poi definita la linea politica del M5S, vorrei ribadire ancora una volta che il mio ruolo è limitato all'ambito comunicativo".

Nel presentare le narrazioni "confuse e contraddittorie" apparse sui due dei maggiori quotidiani italiani, il capo comunicazione del M5S puntualizza nella nota che "Nell'articolo, addirittura, si fa riferimento ad una mia presunta responsabilità dietro la fuga di notizie che raccontava la possibilità che il M5S ritirasse la propria delegazione governativa: invito il giornalista che ha dato questa notizia a dire se questa ipotesi corrisponde a realtà, se è davvero stata una 'velina' di Rocco Casalino a lanciare questa bugia nel dibattito pubblico (e quindi lo autorizzo a rivelare la fonte se sono io). Questa macchina del fango che viene azionata a giorni alterni nei miei confronti (e solo e unicamente con me perché nei riguardi di altri addetti alla comunicazione di altre forze politiche non si è mai fatto) rappresenta una tecnica vergognosa perché danneggia ingiustamente la mia professionalità al solo scopo di sporcare l'immagine del Movimento", scrive Casalino.

Secondo il responsabile tv del M5s, "questa continua campagna denigratoria, però, è purtroppo anche sintomo di un giornalismo scadente e nocivo per la salute del diritto all'informazione", che non dovrebbe avere spazio in un momento così delicato per la politica italiana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

C'è di nuovo Rocco Casalino dietro le decisioni del M5S?

Today è in caricamento