rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Politica Roma

Nomine a Roma, Salvatore Romeo interrogato per 5 ore: "Ho chiarito tutto"

Si è concluso in piena notte l'interrogatorio dell'ex capo della segreteria del sindaco di Roma. Nel corso dell'atto istruttorio è stato chiesto all'ex fedelissimo di Raggi delle nomine in Campidoglio e in particolare della sua

Nel giorno del caso Berdini, va avanti l'inchiesta sulle nomine in Campidoglio e intorno alla sindaca di Roma e alla sua squadra non si placano le polemiche. E' stato interrogato per oltre cinque ore in procura a Roma Salvatore Romeo, ex capo della segreteria politica di Virginia Raggi indagato per abuso d'ufficio in concorso con la sindaca nell'inchiesta sulle nomine dell'amministrazione M5s.

"E' andata bene, penso di aver chiarito tutto. L'interrogatorio si è svolto in un clima sereno e collaborativo, anche se ho avuto giornate migliori", ha detto Salvatore Romeo dopo la mezzanotte, dopo esser stato interrogato per oltre cinque ore sulla sua promozione con stipendio triplicato e sul caso delle polizze vita da lui stipulate e intestate alla sindaca.

"I magistrati - ha spiegato lasciando la Procura dopo l'atto istruttorio davanti al procuratore aggiunto Paolo Ielo, al sostituto Francesco Dall'Olio e al capo della Squadra mobile Luigi Silipo - hanno voluto analizzare ogni aspetto e ogni sfaccettatura della vicenda e non mi sembra che mi abbiano fatto nuove contestazioni. Sul mio conto hanno fatto indagini patrimoniali molto complesse. Nei prossimi giorni i miei avvocati presenteranno una memoria".

Romeo è accusato con Raggi di abuso d'ufficio in merito alla sua nomina, ma la procura vuole vederci più chiaro anche sulle polizze vita che lo stesso era solito intestare ad alcuni amici, tra cui la sindaca Raggi.

Virginia Raggi, sindaco di Roma

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nomine a Roma, Salvatore Romeo interrogato per 5 ore: "Ho chiarito tutto"

Today è in caricamento