Venerdì, 16 Aprile 2021

Casapound pubblica libro su Salvini: "Numero uno del sovranismo". Il Pd: "Ha varcato limite"

Il libro "Io sono Matteo Salvini, intervista allo specchio" sarà pubblicato da Altaforte, come spiega lo stesso editore: "Siamo una casa editrice sovranista e Salvini è il numero uno del sovranismo". Il Pd accusa: "Basta ambiguità con neofascismo"

Altaforte, casa editrice sovranista vicina a CasaPound, pubblicherà il libro-intervista "Io sono Matteo Salvini, intervista allo specchio". Il vicepremier Matteo Salvini ha chiarito di aver rilasciato una lunga intervista alla giornalista Chiara Giannini, ma di non aver firmato contratti o accordi con la casa editrice "scelta indipendente liberamente scelta dall'autrice". 

La scelta della casa editrice è destinata a far discutere, anche perché il libro esce proprio nei giorni caldi delle polemiche sullo stupro di Viterbo. Alla testa di Altaforte c'è Francesco Polacchi, dirigente di CasaPound e amministratore unico della società Sca2080, a cui fanno capo sia la casa editrice 'sovranista' Altaforte, sia il mensile il "Primato Nazionale". Polacchi è anche a capo del marchio di moda Pivert per il quale Salvini già finì nella bufera dopo aver indossato il giubbotto col picchio allo stadio un anno fa.

"Siamo una casa editrice sovranista -spiega Polacchi all'AdnKronos- e in questo momento Salvini è il numero uno del sovranismo".  "Io sono un editore, ma prima di essere un editore sono un militante di CasaPound, e non mi vergogno di questo. Anzi", rivendica Polacchi che aggiunge: "Non capisco perché ogni volta che facciamo qualcosa da punto di vista imprenditoriale si animi il solito teatrino del mondo dell'informazione - un mondo tutto occupato dalla sinistra - che ci impedisce di lavorare liberamente".

Salvini pubblica libro con CasaPound?

salvini altaforte-2

Il libro, scritto dalla giornalista Chiara Giannini con prefazione di Maurizio Belpietro, sarà presentato anche al Salone del libro di Torino. Come spiega nell'abstract il libro si propone di dare "risposte a chi lo ama, a chi lo critica, a chi ripone fiducia in lui e a chi lo vorrebbe vedere 'penzolare a testa in giù'".

Pd: "Salvini ha varcato limite"

L'operazione presta il fianco ai detrattori e subito arriva l'attacco del Partito Democratico con Michele Anzaldi che commenta: "La stessa persona che qualche ora fa parlava di castrazione chimica per i due accusati di Casapound, poco dopo legittima l'universo di Casapound e gli consente un'operazione economica di sicuro ritorno". 

"Rimane stupefacente e incomprensibile capire perché un altissimo membro del governo italiano faccia una scelta del genere".

Gli fa eco in nota Roberto Morassut, deputato e membro della direzione nazionale del Pd: "Salvini ha varcato il limite. Il ministro degli Interni della Repubblica Italiana pubblica un libro autobiografico con una casa editrice legata a Casapound, organizzazione dichiaratamente neofascista. Basta con le ambiguità. Basta con i trucchi".

"Salvini ha giurato sulla Costituzione nata dalla Resistenza. Se non vuole rispettarla sia coerente e si dimetta e faccia la sua battaglia revisionista a viso aperto, così vediamo se la vince. In Italia i conti coi criminali e ladri di regime del fascismo si sono fatti nel '45. Nessuno riporterà indietro questo paese. La Costituzione e l'antifascismo non sono valori di parte ma valori democratici e nazionali. Nazionali ed europei. Salvini gioca sul filo dell'ambiguità. 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casapound pubblica libro su Salvini: "Numero uno del sovranismo". Il Pd: "Ha varcato limite"

Today è in caricamento