Sabato, 17 Aprile 2021
Italia

Droga, la nuova crociata di Salvini: "Da domani sigilli ai cannabis shop"

Il ministro dell'Interno Matteo Salvini dal Viminale annuncia una stretta sulle cosiddette droghe leggere: "Darò istruzioni agli uomini della sicurezza per andare a controllare i cannabis shop. Vietate feste e sagre"

Chiuso il fronte Siri se ne apre subito un altro nei burrascosi rapporti tra Movimento 5 Stelle e Lega. Il tempo di raggiungere il Viminale dopo il consiglio dei ministri e Matteo Salvini dichiara guerra a un cavallo di battaglia M5s, la liberalizzazione delle droghe leggere.

"La droga è un'emergenza nazionale: da domani darò istruzioni agli uomini della sicurezza per andare a controllare uno per uno i presunti negozi turistici di cannabis, luoghi di diseducazione di massa. Vanno sigillati uno per uno", annuncia il ministro dell'Interno, che vuole "proibire anche tutte le cosiddette feste della cannabis. Siamo contro ogni sperimentazione".

Le parole di Salvini dopo che il M5s di Roma ha bocciato in commissione Politiche sociali del Campidoglio la proposta di delibera a firma del capogruppo della Lega, Maurizio Politi per il contenimento e la limitazione dei punti vendita che commercializzano la 'cannabis light' in prossimità di scuole, centri di aggregazione, luoghi di culto e impianti sportivi.

Salvini: "Vietate feste e sagre della cannabis"

Droga emergenza nazionale, il ministro dell'Interno Matteo Salvini dal Viminale annuncia una stretta sulle cosiddette droghe leggere e parlando dal Viminale spiega: "Da domani darò istruzioni agli uomini della sicurezza per andare a controllare uno per uno i presunti negozi turistici di cannabis, luoghi di diseducazione di massa. Vanno sigillati uno per uno".

Proprio al Viminale Salvini ha incontrato insieme al ministro della Famiglia Lorenzo Fontana, i rappresentanti delle comunità terapeutiche.

"Saranno proibite e vietate anche tutte le cosiddette feste e sagre della cannabis- aggiunge Salvini- siamo contro ogni sperimentazione e regolamentazione della cannabis".

Tra le misure annunciate galera certa per gli spacciatori e 5 milioni di euro a sostegno anche delle comunità terapeutiche per progetti di reinserimento sociale e lavorativo. Riattivato il percorso per la conferenza nazionale antidroga.

Droghe e cannabis light: la guerra di Salvini bocciata dalle comunità di recupero

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga, la nuova crociata di Salvini: "Da domani sigilli ai cannabis shop"

Today è in caricamento