Giovedì, 29 Luglio 2021
Politica

Lega verso le primarie, Salvini: "Dobbiamo cambiare, altrimenti si torna al 3 per cento"

"Ci sono tanti che aspettano di poter dare una mano a una Lega nuova. L'alternativa, e' tornare al 3%". Lo dice il leader della Lega, Matteo Salvini, in un'intervista al Corriere della Sera alla vigilia delle primarie di domani in cui affronterà Gianni Fava

Ansa

"Con il congresso, il movimento decide se vuole diventare grande. Ma molto deve cambiare. Ci sono tanti che aspettano di poter dare una mano a una Lega nuova. L'alternativa, e' tornare al 3%". Lo dice il leader della Lega, Matteo Salvini, in un'intervista al Corriere della Sera alla vigilia delle primarie di domani in cui affronterà Gianni Fava, assessore regionale lombardo all'Agricoltura.

"Mi sono preso il 'Salvini è un uomo morto' di Bossi, il 'peggio di Erdogan' di Gianluca Pini, il 'non è un vero leghista' di Fava. Non ho replicato. Spero, però, che da lunedi' ci si metta al lavoro. Ne abbiamo di fronte moltissimo", spiega.

E sui risultati delle primarie dice: "Io non ho mai dato percentuali", ma "vado avanti soltanto se il movimento segue compatto". "E' finita l'epoca di una Lega con il cappello in mano a chiedere alleanze a Berlusconi - prosegue -. Se qualcuno ha nostalgia dei lunedì di Arcore e di una Lega piccina che va a rimorchio, non sono il segretario per lui". Sulle possibili alleanze nazionali, Salvini afferma: "Due certezze: non con Renzi, non con i 5 Stelle. Con Forza Italia, vedremo..."

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lega verso le primarie, Salvini: "Dobbiamo cambiare, altrimenti si torna al 3 per cento"

Today è in caricamento