Sabato, 12 Giugno 2021
Politica

"Papà, sei uscito dal Tribunale? Ti fanno tornare a casa?": la videochiamata della figlia di Salvini

Il leader della Lega ha condiviso sui social uno screen della chiamata di Mirta dopo l'udienza preliminare del processo a suo carico

Matteo Salvini, stamattina, è stato nell'aula bunker di Palermo per l'udienza preliminare del processo che lo vede accusato di sequestro di persona e rifiuti di atti d'ufficio nell'ambito dell'inchiesta sui ritardi dello sbarco di migranti dalla nave Open Arms, nell'agosto del 2019. 

La videochiamata della figlia Mirta

Il leader della Lega, alla fine della difficile mattinata in tribunale, ha condiviso sui social una dedica per la figlia Mirta, di 8 anni, pubblicando anche lo screenshot della videochiamata in cui la rassicura: "'Papà, sei uscito dal Tribunale? Ti fanno tornare a casa? Ti voglio bene'. La video-telefonata di mia figlia mi scalda il cuore e mi ripaga di questa mattinata passata in un'Aula Bunker da imputato, colpevole di aver difeso la vita, l'Italia e gli Italiani Bandiera italiana". Non tutti, però si lasciano intenerire dal gesto. "Dovere? Lasciare bambini in mezzo al mare o in mano ai torturatori libici è da buon padre di famiglia? Ai vostri figli dovreste dare altro" risponde un utente, e ancora: "Chi usa la figlia per strumentalizzare un giusto processo, non fa una gran bella figura come padre". 

Matteo Salvini: "Sono tranquillo o orgoglioso, rifarei tutto"

Alla fine dell'udienza, Matteo Salvini si è fermato a parlare con i giornalisti: "Sono tranquillo e orgoglioso, rifarei e rifarò tutto se ne avrò modo in futuro". Poi entrando nel merito della vicenda: "Parliamo di una nave spagnola, autorizzata ad avere a bordo 19 persone che ne raccolse 162 in acque libiche e maltesi, che disse no allo sbarco a Malta, a un porto spagnolo e a un secondo porto spagnolo, che mise a rischio la salute dei 147 immigrati a bordo, due dei quali sono ancora oggi in carcere, e a processo c'è un Ministro che senza che si sia registrato un morto o un ferito, ha defiso la dignità, i confini, la sicurezza e le leggi del Paese che stava rappresentando". L'udienza è stata rinviata al 20 marzo. "Ci rivediamo qui il 20 marzo per festeggiare l'arrivo della primavera" ha detto ancora Salvini ai cronisti present fuori l'Aula Bunker, e infine una stoccata sulla gestione della pandemia da parte del governo Conte: "Spero che qualcuno al governo non stia pensando di rinchiudere in casa gli italiani per risolvere prima i propri problemi. Chi gioca su salute e problemi degli italiani per tenere a bada i propri problemi politici merita sì un processo. Ma il tempo è galantuomo. In quest'aula ci verrà chi deve venirci e io ci tornerò da uditore". 

Salvini si commuove in diretta per la compagna: "Un gioiello. Ha 28 anni ma è avanti"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Papà, sei uscito dal Tribunale? Ti fanno tornare a casa?": la videochiamata della figlia di Salvini

Today è in caricamento