Domenica, 7 Marzo 2021
Genova

Salvini e il giovane ucciso durante un tso: "Capisco la mamma, ma sto con gli agenti"

Il ministro dell'Interno Matteo Salvini ha visitato il poliziotto ferito nella tragedia di via Borzoli a Genova in cui ha perso la vita un 22enne diventato papà tre mesi fa

Salvini visita l'agente ferito a Genova. Foto da Twitter @matteosalvinimi

"Capisco il dolore della mamma, ma io sono al fianco di chi indossa la divisa". Lo dice ai microfoni di Rai news 24, il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, parlando di Jefferson Tomalà, colpito a morte da un poliziotto intervenuto per difendere un agente aggredito a coltellate dal 20enne ecuadoriano a Genova, in via Borzoli domenica scorsa.

"Se il figlio non avesse accoltellato una, due, tre, quattro, cinque, sei volte, sarebbe vivo e vegeto".

Genova, in fila per un selfie con Salvini

E proprio a Genova si trovava il ministro dell'Interno Matteo Salvini questa mattina in visita al poliziotto ferito nella tragedia di via Borzoli e ancora ricoverato all'ospedale San Martino.

"È vivo grazie al buon Dio che ha guardato giù e grazie al collega che ha fatto l'unica cosa che poteva fare per salvarlo dall'assalto di quel ragazzo. È chiaro che quando c'è una morte non è mai una buona notizia. Mi sembra chiaro ed evidente però che con due agenti feriti di cui uno colpito da 6 coltellate il collega in divisa non poteva che fare quello che ha fatto"

"Tutti i poliziotti italiani avranno il taser": l'annuncio di Gabrielli

"Probabilmente - ha sottolineato Salvini parlando dei taser e della sperimentazione al via nelle prossime settimane - con una dotazione del genere a Sestri sarebbe finita in modo diverso"."Ci tenevo a portare la mia vicinanza non da ministro ma da 45enne italiano ai 2 agenti coinvolti vicenda scorse ore", ha spiegato Salvini che dopo la visita in ospedale al poliziotto ancora ricoverato ha incontrato anche il collega in prefettura.

"Sono andato a trovarne un agente in ospedale che ha rischiato la morte - prosegue il ministro Salvini - che è vivo e stava abbracciando moglie e figlia grazie al buio Dio. Ho incontrato anche l'altro uomo i in divisa che è intervenuto per salvare collega".

"Naturalmente avevo dato disponibilità ad incontrare anche i parenti del defunto che hanno fatto altre scelte che non giudico. Non mi permetto di commentare una mamma che ha perso il figlio, posso solo pregare".

Cosa è successo a Genova

Proseguono intanto le indagini sulla morte di Jefferson Tomalà: l'esito dell’autopsia aiuterà a capire esattamente quanti colpi siano stati sparati, e quali abbiano colpito parti vitali uccidendo il 22enne di origini ecuadoriane, da tre mesi papà di una bambina avuta dalla fidanzata 20enne.

A un primo, sommario esame sono stati riscontrati 10 fori (entrata e uscita di 5 proiettili), ma la tac ha evidenziato la presenza di altri proiettili rimasti all’interno del corpo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salvini e il giovane ucciso durante un tso: "Capisco la mamma, ma sto con gli agenti"

Today è in caricamento