Venerdì, 6 Agosto 2021
Politica

La Lega si ritrova a Pontida, Salvini: "Parte lunga marcia per cambiare il Paese"

Senza Bossi cosa cambia a Pontida? "No, ci siamo tutti ma nei momenti eccezionali parla uno" dice Salvini. Dopo il sequestro dei conti della Lega deciso dal tribunale di Genova, il partito vive un momento difficile

"L'anno prossimo saremo a Pontida con una Lega e un centrodestra al governo, con l'Italia che riparte nel nome del lavoro della sicurezza e soprattuto della democrazia. Da oggi parte una lunga marcia per cambiare il Paese". Lo ha detto il leader della Lega nord Matteo Salvini, al suo arrivo a Pontida, dove sta per iniziare il consueto raduno dei militanti.

"Qualche giudice - ha aggiunto riferendosi al provvedimento di sequestro dei conti della Lega deciso dal tribunale di Genova -vuole fermare un partito, magari rispondendo agli ordini di qualcun altro, ma non può mettere il bavaglio a un milione di militanti".

Per la prima volta nella storia del Carroccio potrebbe non parlare dal palco Umberto Bossi. Ma dopo il sequestro preventivo dei conti del partito Salvini ha bisogno che lo spirito del raduno dei militanti "padani" sia caratterizzato da unità e compattezza.

Senza Bossi cosa cambia a Pontida? "No, ci siamo tutti ma nei momenti eccezionali parla uno" dice Salvini. A chi gli ha chiesto se ha ricevuto la solidarietà di Silvio Berlusconi dopo il sequestro dei conti della Lega deciso dal tribunale di Genova, Salvini ha replicato: "Non l'ho sentito ma in questi giorni ho risposto poco al telefono". E alla domanda se si vedrà con l'ex premier a settembre, si è limitato a replicare: "Può essere, siamo ancora a metà settembre".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Lega si ritrova a Pontida, Salvini: "Parte lunga marcia per cambiare il Paese"

Today è in caricamento