rotate-mobile
Mercoledì, 29 Marzo 2023
La decisione

Salvini, negata l'autorizzazione a procedere per le opinioni su Carola Rackete

Dieci i voti a favore del leader della Lega, tre contrari e due astenuti (tra cui Ilaria Cucchi). Ora il provvedimento passa all'Aula del Senato

La Giunta delle elezioni e immunità del Senato ha negato la richiesta di autorizzazione a procedere nei confronti di Matteo Salvini per le opinioni espresse su Carola Rackete, all'epoca dei fatti comandante della Sea Watch 3, la nave della Ong tedesca impegnata nel soccorso di migranti. La richiesta del relatore (contro l'autorizzazione) ha avuto 10 voti favorevoli, 3 contrari (2 del Pd e uno del M5s) e due astenuti (Ivan Scalfarotto di Italia viva e Ilaria Cucchi di Avs). La richiesta approderà in Aula per la decisione definitiva.

I senatori, guidati dal presidente Dario Franceschini, oggi assente, erano chiamati a decidere se le frasi postate sui social dall'allora ministro dell'Interno, rivolte a Carola Rackete, comandante della Sea Watch 3, la nave della Ong tedesca impegnata nel Mediterraneo nel soccorso dei migranti attengono o no alla sfera dell'insindacabilità di cui gode in qualità di senatore.

Nell'estate del 2019, sui social di Salvini la comandante della Sea Watch 3 venne appellata come "zecca tedesca", "complice degli scafisti e trafficanti" e "sbruffoncella". Il processo milanese era stato interrotto lo scorso giugno, in attesa dell'accoglimento della questione preliminare avanzata dal legale di Salvini, Claudia Eccher, nel frattempo divenuta membro laico del Csm.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salvini, negata l'autorizzazione a procedere per le opinioni su Carola Rackete

Today è in caricamento