Martedì, 20 Aprile 2021
La sentenza / Torino

"La magistratura è un cancro": Salvini assolto

Per il giudice si è trattato di un fatto di "particolare tenuità". Il leader della Lega era imputato per vilipendio all'ordine giudiziario. Il pm nel corso della requisitoria aveva chiesto una sanzione di 3000 euro

Matteo Salvini è stato assolto dal Tribunale di Torino al processo che lo vedeva imputato per vilipendio all'ordine giudiziario. Pronunciando la sentenza, il giudice Roberto Ruscello ha assolto il leader della Lega "per la particolare tenuità del fatto".  Il pm nel corso della requisitoria aveva chiesto una per il leader della sanzione di 3000 euro.

I fatti risalgono al 14 febbraio 2016, quando durante un congresso regionale della Lega tenutosi al palazzetto dello sport di Collegno, nel Torinese, al quale parteciparono circa un migliaio di persone, l'allora segretario federale della Lega Nord Salvini, fra le altre cose, disse: "Difenderò qualunque leghista indagato da quella schifezza che si chiama magistratura italiana, che è un cancro da estirpare". In quella stessa occasione, Salvini apostrofò i magistrati con parole quali "stronzi" e "lazzaroni che rompono le palle alla Lega", definendo la magistratura italiana "una schifezza".

Vilipendio, Salvini assolto

"Ringrazio giudice e avvocato". Esulta in un un tweet il leader della Lega, Matteo Salvini che rincara la dose: "La giustizia italiana va profondamente riformata, il 'sistema Palamara' va smontato per il bene dei cittadini e dei tanti magistrati davvero liberi e indipendenti".  

Per il leader della Lega i guai giudiziari non sono finiti: rischia infatti 15 anni di carcere dopo la richiesta di rinvio a giudizio avanzata dalla Procura di Palermo "per sequestro di persona" nell'ambito del caso open arms per aver impedito alla nave della ONG spagnola di attraccare a Lampedusa nell’agosto del 2019, quando Salvini era ministro dell’Interno.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"La magistratura è un cancro": Salvini assolto

Today è in caricamento