rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Scandalo in FdI

Paolo Signorelli: il portavoce di Lollobrigida si autosospende dopo il caso delle chat antisemite con Diabolik

Insulti agli ebrei, esaltazione del terrorismo nero e del paganesimo. C'è di tutto nelle conversazioni spuntate fuori nell'inchiesta sulla morte del capo ultrà Piscitelli. Lollobrigida: "Confido Signorelli possa smentire"

Frasi antisemite, Gad Lerner definito "porco", l'esaltazione di terroristi neri e riti pagani. A poche ore dall'esplosione del caso sul "dialogo dell'orrore" tra Paolo Signorelli, collaboratore del ministro Lollobrigida, e Fabrizio Piscitelli, "Diabolik", arriva l'autosospensione del portavoce: "Con riferimento a quanto pubblicato su alcuni organi di stampa, tengo a precisare di non ricordare la conversazione, che sarebbe avvenuta molti anni anni fa, e oggi mi ha colto del tutto di sorpresa", ha fatto sapere Signorelli intervenendo sulla chat riportata da Repubblica poche ore prima.

"Ritengo altresì doveroso sottolineare quanto mai distanti da me, dal mio pensiero e dal mio sentire, siano i gravi contenuti di quella conversazione. In attesa di chiarire la vicenda, ho comunicato la mia autosospensione, con effetto immediato, dall'incarico di capo ufficio stampa del ministro Lollobrigida". La chat è spuntata fuori nell'ambito dell'inchiesta sull'omicidio del capo ultrà, estremista di destra e trafficante di droga freddato con un colpo di pistola nel Parco degli Acquedotti a Roma nell'agosto 2019.

Le chat: i "romanisti ebrei", le odi al terrorismo nero, l'esaltazione per i riti pagani sul monte Soratte

"Mica è colpa nostra se i romanisti sono ebrei", dice Diabolik in una nota vocale. "Tutti ebrei", conferma Signorelli. "Mort**** loro e degli ebrei". Protagonista di un'altra conversazione è Gad Lerner: "Quell'ebreo", scrive Piscitelli. "Cos'ha detto quel porco?", si informa Signorelli.

In un passaggio delle chat riportate da Repubblica i due parlano di Elvis Demce, narcotrafficante tra i boss più noti della malavita romana. "Ma hanno assolto Elvis?", chiede il portavoce di Lollobrigida a Diabolik: "Fantastico dajee".

Difficilmente più espliciti i riferimenti all'ideologia nera: "Onore a loro" scrive il portavoce del ministro parlando di Valerio Fioravanti, Pierluigi Concutelli, Luigi Ciavardini e Mario Tuti. Il nonno di Signorelli, suo omonimo,  fu tra i fondatori del movimento di estrema destra Ordine Nuovo. E poi il racconto di un matrimonio pagano: "I fascisti e i nazisti sono pagani", spiega Diabolik a Signorelli. "A me lo dici? Io festeggio il solstizio, viva il paganesimo", si esalta il collaboratore di Lollobrigida".

Nonno era pagano convinto", dice ancora. "Mia zia si è sposata due mesi fa con rito pagano. Bellissimo. Tutte poesie e riti vari, incensi, cerchi magici, fuoco rivolti al sole. È stato bello. Sulla cima del monte Soratte - dove Mussolini costruì il suo bunker - tutti là siamo andati. Ci stava pure il Ciavarda (l'ex Nar Luigi Ciavardini) si è divertito, anche se lui è molto cattolico". "Le brucerei le chiese", commenta Piscitelli. "I preti, i peggio" chiosa Signorelli. 

Lollobrigida: "Per come lo conosco distante anni luce dalla conversazione"

"Paolo Signorelli mi ha comunicato la sua volontà di rimettere l'incarico di capo ufficio stampa con effetto immediato in attesa di chiarire le affermazioni riportate dal quotidiano La Repubblica e delle quali ovviamente non ero a conoscenza", fa sapere Lollobrigida commentando la vicenda.

"Per come ho conosciuto Paolo Signorelli in questi due anni - assicura - sono certo sia distante anni luce da quanto riportato nella conversazione e confido possa smentirla al più presto".

IL Pd chiede di attivare la commissione antimafia

Sulla vicenda i dem chiedono l'attivazione della commissione antimafia: "L'omicidio, ancora oggetto di indagine, sta assumendo infatti i contorni di una vicenda oscura ma che presenta profili che attengono alla criminalità organizzata di stampo mafioso e al terrorismo", si legge in una nota a firma Walter Verini, Debora Serracchiani, Vincenza Rando, Anthony Barbagallo, Franco Mirabelli, Andrea Orlando, Giuseppe Provenzano, Valeria Valente.

Una conversazione "grave e inquietante", commenta Marta Bonafoni, coordinatrice della segreteria nazionale del Pd. "Frasi razziste, solidarietà per terroristi e stragisti neri, apprezzamenti per noti malavitosi, attacchi antisemiti e insulti alla religione cattolica. Un dialogo dell'orrore - aggiunge - c'è un limite ai deliri neofascisti ed è stato ampiamente superato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paolo Signorelli: il portavoce di Lollobrigida si autosospende dopo il caso delle chat antisemite con Diabolik

Today è in caricamento