rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Giornata della memoria

Berlusconi choc: a parte le leggi razziali "Mussolini come leader aveva fatto bene"

Il leader del Pdl interviene a margine della commemorazione della Giornata della Memoria a Milano dove ha partecipato all'inaugurazione del memoriale della Shoah: "L'Italia non ha le stesse responsabilità della Germania".

MILANO. La questione delle leggi razziali "è stata la peggiore colpa di un leader, Mussolini, che per tanti altri versi invece aveva fatto bene". Con queste parole il leader del Pdl, Silvio Berlusconi, è intervenuto davanti alle telecamere a margine della commemorazione della Giornata delle Memoria a Milano.

Secondo l'ex premier - riporta l'Ansa - per quanto concerne quelle leggi "l'Italia non ha le stesse responsabilità della Germania" ma "ci fu una connivenza che all'inizio non fu completamente consapevole". 

La sua presenza all'inaugurazione del memoriale della Shoah è una presenza "dovuta" per celebrare una vicenda "che non si può ripetere. Solamente nei panni dei deportati si può capire quali vertici di tragedia e disperazione si raggiunsero". 

Per l'ex premier "è difficile mettersi nei panni di chi decise allora. Certamente il governo di allora per timore che la potenza tedesca vincesse preferì essere alleato alla Germania di Hitler piuttosto che opporvisi".

REAZIONI.

PISAPIA. "Io credo che la responsabilita' di Mussolini sia ampia, non ha alcun tipo di giustificazione e non puo' essere limitata alle leggi razziali". Così Giuliano Pisapia ha commentato le dichiarazioni di Silvio Berlusconi. "Le leggi razziali sono il seguito idi chi ha calpestato la democrazia, di chi è responsabile morale, e forse anche non solo morale, di veri e propri omicidi di democratici", ha proseguito il sindaco di Milano, parlando a margine della cerimonia di inaugurazione del Memoriale dello Shoah, nel capoluogo lombardo.

CASINI. "L'errore del fascismo è nella sua stessa nascita non solo nelle leggi razziali. Basterebbe ricordare l'uccisione di Giacomo Matteotti e i tanti che dovettero piegare alla iniziale violenza di Mussolini". Pier Ferdinando Casini commenta la battuta di Berlusconi a Milano in occasione della giornata della memoria. "La storia di alcune cose buone in un regime dittatoriale è sbagliata e fuorviante. Il fascismo è stato un errore dall'inizio".

DI PIETRO. Silvio Berlusconi "è solo la caricatura"di Benito Mussolini. Lo ha detto Antonio Di Pietro, leader dell'Idv oggi a Milano a margine della presentazione dei candidati che correranno alle prossime elezioni regionali. L'ex magistrato, commentando le parole su Mussolini pronunciate dall'ex premier questa mattina in occasione della Giornata della Memoria, ha affermato: "Egli non è più nè meno che la caricatura del prim".

FRANCESCHINI. "Le parole di Berlusconi sono una vergogna e un insulto alla storia e alla memoria. Chieda oggi stesso scusa agli italiani". Così il capogruppo del Pd alla Camera, Dario Franceschini, ha commentato su Twitter le odierne parole di Berlusconi su Benito Mussolini. 

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Berlusconi choc: a parte le leggi razziali "Mussolini come leader aveva fatto bene"

Today è in caricamento