rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Processo Ruby

Lo 'stipendio' delle olgettine: "Da Berlusconi 2500 euro al mese"

Elisa Toti al processo sul caso Ruby: "Il Cavaliere ci aiuta sempre, ancora oggi". Fede in aula, ma "da cronista", scherza sulle sue presunte difficoltà economiche: "Ho la tosse e non ho soldi nemmeno per comprarmi le caramelle".

Quello che emerge dall'udienza in corso a Milano del processo Ruby è un Berlusconi 'filantropo', che non si fa problemi ad aiutare le sue ragazze.

Oggi è il turno delle deposizione di Elisa Toti, ex dipendente Publitalia ora 'promossa' presentatrice Mediaset: "Ancora adesso dal Cavaliere prendo 2500 euro al mese. Il presidente mi aiuta adesso come mi aiutava prima, mi ha dato una mano anche per la fidejussione della casa che ho comprato".

Elisa Toti è una delle ragazze che, per mesi, ha abitato in via Olgettina al numero 65. Il condominio di lusso dove gli affitti li pagava Nicole Minetti con i soldi dell'ex presidente del Consiglio.

Toti, rispondendo alle domande del pm Antonio Sangermano, ha spiegato di "non aver mai visto durante le serate ad Arcore toccamenti, travestimenti". Poi ammette: "Sì, c'era qualche ragazza in biancheria intima" ma "non so se Emilio Fede e Lele Mora portassero ragazze ad Arcore".

Ha poi chiarito: "Mai rapporti sessuali con Berlusconi in cambio di soldi, non sono una prostituta". Dal fondatore di Fininvest la ragazza ha detto di aver ricevuto in regalo anche un'automobile.

Altre quattro ragazze delle serate a Arcore, Marysthelle Polanco, Eleonora De Vivo, Ioana Visan e Aris Espinoza, sentite come testimoni nel processo sul caso Ruby, hanno raccontato oggi davanti ai giudici di ricevere ancora soldi da Silvio Berlusconi: "2500 euro al mese".

Tutte le ragazze del "bunga bunga". Le foto

"Prendo 2500 euro al mese - ha detto Polanco - perchè conosco Silvio Berlusconi, perchè ho una bambina e perchè dopo lo scandalo sono passata per una puttana". Il processo è stato rinviato al 23 novembre.

In tribunale anche Emilio Fede. "Sono venuto da cronista, per vedere cosa succede", ha spiegato prima di assistere al processo che lo vede imputato assieme a Nicole Minetti e Lele Mora. A chi gli chiedeva cosa si aspettasse da questo processo, Fede ha risposto con un sorriso: la sentenza. Riguardo alla possibilita che rendesse oggi dichiarazioni spontanee, come era stato anticipato nei giorni scorsi, l'ex direttore del Tg4 ha chiarito che non rilascera dichiarazioni davanti ai giudici.

Ai cronisti che gli chiedevano conto di alcune affermazioni rilasciate nei giorni scorsi riguardo a sue difficoltà economiche, il giornalista, scherzando ha detto: "Ho la tosse e la bronchite e non ho nemmeno i soldi per comprarmi caramelle e medicine".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo 'stipendio' delle olgettine: "Da Berlusconi 2500 euro al mese"

Today è in caricamento