Martedì, 1 Dicembre 2020
Italia

Sondaggi, gli italiani non vogliono i "giallorossi": chi sale e chi scende dopo la crisi di governo

Il 42% degli italiani avrebbe voluto tornare subito a elezioni e solo il 20% sostiene la soluzione di un Governo di legislatura giallorosso: per Salvini la crisi di governo pesa con una flessione dei consensi del 4,9%

Se oggi si tornasse alle elezioni la Lega otterrebbe il 31,9% dei consensi, seguita da Pd (22,3%) e Movimento 5 stelle (18,6%). Balzo in avanti di Fratelli d'Italia che con l’8,8% stacca Forza Italia di due punti. Più indietro +Europa e La Sinistra. Lo sostiene un sondaggio realizzato dall'agenzia Quorum/YouTrend per SkyTG24 che sottolinea come sia il Partito Democratico che il M5s siano in risalita ma con una tendenza sotto al punto percentuale.. 

Per Salvini la crisi di governo pesa con una flessione dei consensi del 4,9% rispetto alla Supermedia YouTrend/Agi del 1° agosto. La Lega sarebbe due punti sotto al risultato delle Europee di maggio quando incassò il favore del 34,3% degli elettori. Se si tornasse a votare con il Rosatellum la coalizione unita di Centrodestra rimane al 47,5% garantendosi una larga maggioranza parlamentare.

Flussi elettorali dopo europee

Dopo la crisi di governo il sentiment degli italiani registra un giudizio profondamente negativo per l’operato del Governo gialloverde: ben il 61,2% considera la sua azione complessivamente negativa, mentre appena il 38,8% lo promuove.

Ma è Matteo Salvini il leader uscito sconfitto dalla crisi (61,9%).

Durante la crisi l'opinione degli italiani in Salvini è peggiorata nel 53,7% degli italiani, quella di Di Maio nel 41,5%. Male anche Renzi (40,5%) e Zingaretti (33,1%). Saldo positivo solo per Conte e il Presidente Mattarella. Il Presidente Mattarella e il Premier incaricato Giuseppe Conte ricevono la maggior fiducia dagli italiani, rispettivamente con il 66% e il 53,4%. Male Renzi (14,6%), Zingaretti (24,4%) e Di Maio (25,7%). Salvini al 31,9%.

Solo il 20% vuole un governo giallorosso

Tuttavia, come si evince dalla rilevazione, solo il 42,8% degli italiani avrebbe voluto tornare subito a elezioni, il 30,4% inaugurare un Governo istituzionale. Solo il 20,6% sostiene la soluzione di un Governo di legislatura giallorosso.

Per la maggioranza degli italiani (51,5%), il M5S è più vicino nelle proprie posizioni al Partito Democratico, per appena il 16,3% alla Lega. Al tempo stesso il 58,8% degli italiani crede che, qualora esista una netta differenza tra i rapporti di forza in parlamento e quelli presenti nel Paese, sia giusto indire elezioni anticipate.

Il 41,3% dei cittadini è d’accordo nell'affermare di preferire, in un politico, la capacità di rappresentare la gente piuttosto che la competenza. In disaccordo il 35,7%.

Che cosa deve fare il nuovo governo

Le priorità del prossimo Governo devono essere il lavoro (58,1%), le tasse (19,6%), l’istruzione (15,3%) e il taglio degli sprechi della politica (15,2%). Solo al 12,9% e al 12,5% immigrazione e ambiente.

L’immigrazione non è vista positivamente nelle sue conseguenze sull'economia dal 43,1% dei rispondenti, mentre il 30,9% crede il suo impatto sia positivo.

Il 69,2% dei cittadini è d’accordo nell'intervenire per ridurre le differenze nei livelli di reddito. Appena il 16,9% i contrari.

Per il 42,8% degli italiani, l’appartenenza all’UE ha portato più svantaggi che vantaggi. Situazione abbastanza equilibrata, dato che il 39,3% si dice in disaccordo con l’affermazione.

Flussi elettorali dopo europee

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sondaggi, gli italiani non vogliono i "giallorossi": chi sale e chi scende dopo la crisi di governo

Today è in caricamento