Sabato, 17 Aprile 2021
VERSO LE ELEZIONI /1

Elezioni 2013, i sondaggi: Senato ingovernabile

Sicilia, Veneto e Lombardia sono le tre regioni in cui il centrosinistra si gioca tutto. Prevalendo qui, potrà governare senza bisogno di accordi. Altrimenti dovrà guardare ai 'moderati' di Monti. Il nemico? Antonio Ingroia e la sinistra.

Sicilia, Veneto e Lombardia. Con loro, la Campania. E' qui che si gioca il futuro (elettorale) dell'Italia. L'esito delle urne alle politiche di febbraio in queste tre / quattro regioni, infatti, determinerà se il centrosinistra (Pd + Sel) avrà o non avrà la maggioranza al Senato.

Se infatti i giochi sembrano scontati per la Camera, è a Palazzo Madama che Bersani si gioca tutto. Con la maggioranza anche al Senato, il centrosinistra potrebbe governare senza dover scendere a patti con nessuno - alias 'i moderati' di Monti. Se invece Pd e Sel non riuscissero a trionfare in Lombardia, in Veneto o in Sicilia - le tre regioni chiave per l'attribuzione dei seggia Palazzo Madama - ecco che al Senato Bersani dovrà necessariamente dialogare con Mario Monti. Ipotesi che lo stesso Bersani ha definito possibile (GUARDA IL VIDEO).

A fornire il quadro, come riportato sul blog di Claudio Cerasa su Il Foglio, è uno studio della Barclays, banca britannica, che fornisce ai suoi investitori una sorta di 'quadro' sulla situazione italiana, immaginando i possibili scenari post-elettorali. 

La maggioranza a palazzo Madama è a quota 158. Ma con pochi senatori di 'vantaggio' governare sarebbe un'impresa. Ecco le sei ipotesi possibili. 

IPOTESI 1 - Centrosinistra vincente in tutte le Regioni: Bersani "premier" potrebbe contare  su 178 senatori.

IPOTESI 2 - Centrosinistra vincente in tutte le Regioni tranne LOMBARDIA (dove i senatori passerebbero da 27 a 14): 165 senatori

IPOTESI 3 - Centrosinistra vincente in tutte le Regioni tranne SICILIA O VENETO (dove i senatori passerebbero da 14 a 6): 170 senatori

IPOTESI 4 - Centrosinistra vincente in tutte le Regioni tranne SICILIA E VENETO: 162 senatori

IPOTESI 5 - Centrosinistra vincente in tutte le Regioni tranne LOMBARDIA E SICILIA O VENETO: 157 senatori

IPOTESI 6 - Centrosinistra vincente in tutte le Regioni tranne LOMBARDIA, SICILIA E VENETO: 149 senatori

SONDAGGI - E' Ipsos, per il Sole 24 Ore, a fornire il quadro della situazione. E anche per questo ultimo sondaggio la situazione è chiara: saranno Lombardia, Veneto e Sicilia - con l'aggiunta della Campania (ma qui il caso è diverso, vedremo perché) a stabilire se il centrosinistra potrà avere la maggioranza anche al Senato e, quindi, governare il paese.

Nonostante gli oltre dieci punti di distacco che separano la coalizione di centrosinistra da quella retta dal tandem Lega-Pdl, la vittoria per Pier Luigi Bersani è tutt'altro che assicurata.

Per effetto del diverso premio attribuito dal Porcellum (su base nazionale alla Camera e regionale a Palazzo Madama), la maggioranza al Senato sarà decisa dall'esito di alcune regioni chiave.

Analizzando il voto in Lombardia, Campania, Lazio, Piemonte e Sicilia, ecco cosa accadrebbe se si andasse alle urne oggi.

Se nel Lazio e in Piemonte la vittoria del centrosinistra è praticamente scontata (e netta), in Lombardia, Campania e Sicilia siamo al testa a testa.

In Lombardia, dove si assegnano 49 seggi - quasi un sesto di quelli disponibili - centrodestra e centrosinistra sono appaiate al 32,5%. Chi vincerà, anche solo di un voto, avrà 27 seggi. Chi perderà, 12. 

Stesso scenario in Sicilia e Campania, invece, il 'problema' di Bersani si chiama Antonio Ingroia: il candidato premier per Rivoluzione civile, trainato dai sindaci di Napoli e Palermo - De Magistris e Orlando - , viene dato addirittura oltre l'11%. Voti che se da un lato garantirebbero all'estrema sinistra di rientrare al Senato, dall'altro potrebbero far perdere il centrosinistra del duo Bersani - Vendola.

LOMBARDIA - Centrosinistra (Pd + Sel) 32,5%; Centrodestra (Pdl + Lega Nord + La Destra) 32,5%. Lista Monti 16,3%; Movimento 5 Stelle 11,5%; Rivoluzione Civile 5,6%.

SICILIA - Centrodestra 27%; Centrosinistra 22,9%; Movimento 5 Stelle 19,8%; Lista Monti 16,2%; Rivoluzione Civile 11%.

CAMPANIA - Centrosinistra 30,5%; Centrodestra 28,5%; Lista Monti 14,2%; Movimento 5 Stelle 13%; Rivoluzione Civile 11,2%.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni 2013, i sondaggi: Senato ingovernabile

Today è in caricamento