Sondaggi, il nuovo governo ha un problema

Il 52% degli intervistati esprime una valutazione negativa sul nuovo esecutivo e solo l'11% chiede un cambio di politica sui migranti. Cosa dice l'ultimo sondaggio realizzato da Ipsos per il Corriere della Sera

Luigi Di Maio e Nicola Zingaretti in un' immagine d'archivio. ANSA/RICCARDO ANTIMIANI

Secondo l’ultimo sondaggio realizzato da Ipsos per il 'Corriere della Sera' il gradimento dell’esecutivo resta piuttosto basso: solo il 36% degli intervistati esprime una valutazione positiva sul nuovo governo di Giuseppe Conte contro il 52% di giudizi negativi. Un dato che preoccupa anche perché è noto che le prime settimane che seguono l’insediamento sono quelle della "luna di miele" con l’elettorato.

L’esecutivo giallo-rosso dunque non parte con il vento in poppa. Ed è vero che la politica non si fa solo con i sondaggi, ma è altrettanto vero che governare senza l’apprezzamento degli elettori è ancora più complicato.

Il governo parte in sordina: l'ultimo sondaggio Ipsos

Nando Pagnoncelli fa peraltro notare che "l'indice di gradimento, calcolato escludendo coloro che non si esprimono, è pari a 41 e risulta molto distante da quello del precedente esecutivo gialloverde all'insediamento (60)2 come pure dagli altri esecutivi che si sono succeduti dal 2006 in poi. A fare eccezione è stato il governo Gentiloni che secondo i sondaggi era partito con un indice di gradimento molto basso (35) per poi risalire con il passare dei mesi. Per invertire la rotta Pd e M5s dovranno cercare di litigare poco e lavorare a testa bassa.  

Il sondaggio sul governo: per il 45% degli intervistati durerà meno di un anno

Il gradimento per il nuovo governo è alto solo tra gli elettori del Pd (74%) e del M5S (71%), ma una parte consistente delle rispettive basi continua ad essere ostile a questo matrimonio politico. Il 91% degli elettori della Lega dà un giudizio negativo del governo Conte, così come l’83% degli elettori di Fdi-Fi. 

Il 45% degli intervistati pensa inoltre che il nuovo governo avrà vita breve e durerà al massimo un anno; il 20% immagina che arrivi a due anni, mentre il 18% è convinto che resterà in carica sino alla fine della legislatura nel 2023.

Solo l'11% vuole un cambio di politica sui migranti

Il provvedimento più atteso dalla maggior parte degli italiani (71%) è una manovra in favore dei ceti deboli, mentre solo l'11% chiede un cambio di politica sui migranti. Abbassare le tasse ai redditi bassi (come il governo sembra intenzionato a fare) potrebbe dunque giovare al gradimento dell’esecutivo, ma un cambio di approccio sul tema dell’immigrazione (chiesto soprattutto dal Pd) ne potrebbe vanificare gli effetti in termini di consenso.

Crolla la Lega, ma il nuovo governo Conte non ha la maggioranza nel Paese

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollette luce e gas, buona notizia per metà degli italiani

  • Buoni fruttiferi postali, il "brutto pasticcio" sui rimborsi

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 13 febbraio 2020: centrato un 5+1 da mezzo milione

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • La moglie di Piero Pelù rivela: "Mi ha sposata perché aveva strizza"

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 11 febbraio 2020

Torna su
Today è in caricamento