Sabato, 17 Aprile 2021

Sondaggi, la Lega sotto al 25 per cento ma il Pd non sfrutta l'occasione

Secondo un sondaggio Ixè sulle intenzioni di voto condotto per Carta Bianca su Rai 3 la Lega sarebbe al 24,6 per cento. Ma il Pd cala più del Carroccio, è al 22 per cento

Salvini e Zingaretti in una foto d'archivio Ansa

Sondaggi, ci sono nuovi trend da analizzare e seguire con attenzione. Prosegue, secondo un sondaggio Ixè sulle intenzioni di voto condotto per Carta Bianca su Rai 3, anche questa settimana, seppure meno accentuato, il calo della Lega, che scende al 24,6%. Non riduce, però, le distanze il Pd, che perde lo 0,9%, arretrando al 22% (ma un altro sondaggio Swg per TgLa7 ieri dava invece il Carroccio in risalita). Fase positiva invece per il Movimento 5 Stelle (16,9%) e, soprattutto, Fratelli d'Italia (14,2%). Tra le liste che non raggiungono la doppia cifra, si deve segnalare la crescita di Azione, che sale al 2%.

1-73-49

Per quel che riguarda i livelli di fiducia nei politici, si nota una tendenziale conferma del quadro della scorsa settimana, con alcune flessioni (-1 Meloni, -2 Salvini) e qualche rafforzamento (+1 Di Maio e Berlusconi) che comunque non mutano la gerarchia complessiva dei gradimenti: Conte sempre staccatissimo in testa (59%), Meloni la prima inseguitrice (34%) e gli altri più arretrati.

2-10-32

Il governo secondo il sondaggio Ixé conferma ancora il buon gradimento (58%), largamente associato evidentemente all'apprezzamento della gestione dell'emergenza sanitaria. Quando la fase 2 è iniziata da ormai una settimana e mezza, domina ancora tra i cittadini un atteggiamento prudenziale e una certa diffidenza sui comportamenti individuali: per il 62% una corretta gestione richiede controlli severi da parte delle forze dell'ordine e non è sufficiente affidarsi al buonsenso dei singoli. Per quel che riguarda le richieste di anticipare le aperture avanzate da alcune Regioni, poi, la maggioranza degli italiani si schiera col governo, sostenendo l'opportunità di attendere un'altra settimana prima di decidere le riaperture differenziate.

C'è una minore preoccupazione sul fronte sanitario, ma una crescente preoccupazione per le conseguenze economiche: il 44% degli intervistati dichiara di temere la perdita del posto di lavoro per sé o per un proprio caro.

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sondaggi, la Lega sotto al 25 per cento ma il Pd non sfrutta l'occasione

Today è in caricamento