Venerdì, 18 Giugno 2021
Politica

Il caso della storia sulla pagina Facebook di Conte contro Matteo Renzi

Comparsa e rimossa dopo pochi minuti, per il responsabile editoriale web e social media del premier “non è mai stata autorizzata” e annuncia un’indagine interna: “Non si esclude, al momento, l’ipotesi di un tentativo di hackeraggio”

Uno screenshot in rete della storia comparsa sulla pagina Facebook di Conte

È durata pochissimo, ma sopravvive negli screenshot e circola ormai dovunque: la storia comparsa sulla pagina Facebook ufficiale del presidente del Consiglio Giuseppe Conte è diventata un caso. 

Una foto con i due volti del premier e di Matteo Renzi contrapposti l’uno all’altro, la scritta “Se vuoi mandare Renzi a casa e supporti Conte iscriviti nel gruppo”, l’invito a fare “swipe up” per saperne di più per iscriversi al gruppo Facebook “Conte Premier-Renzi a casa”, creato nelle scorse ore e già a quota oltre 3.800 iscritti: la storia sarebbe rimasta visibile per una ventina di minuti, prima di scomparire.

La community, pubblica risulta creata nella giornata di oggi 14 gennaio. Non ci sono riferimenti agli amministratori, si specifica solo che si tratta di un "gruppo per tutti quelli che ancora vogliono Giuseppe Conte Premier e mandare RENZI A CASA!". 

La storia contro Renzi sulla pagina Fb di Conte, lo staff: "Hackeraggio"

In una nota ufficiale, il responsabile editoriale web e social media del presidente del Consiglio, Dario Adamo, è intervenuto sulla vicenda: “Alcuni minuti fa sulla pagina Facebook ufficiale del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte è apparsa una storia che non è mai stata autorizzata né da Conte né dal sottoscritto e che pertanto è stata immediatamente rimossa. Si tratta infatti di contenuti da cui il Presidente del Consiglio ed il suo staff comunicazione si dissociano totalmente, poiché in contrasto con il modo di pensare e di intendere la politica da parte del Presidente Conte, che ha sempre avuto come punto di riferimento il 'rispetto della persona', anche di coloro che, nell'ambito del confronto politico, possono ritrovarsi su posizioni diametralmente opposte".

Al momento sono in corso “verifiche interne”, ha aggiunto Dario Adamo, “per accertare come sia potuta avvenire la pubblicazione di un simile contenuto. Non si esclude, al momento, l'ipotesi di un tentativo di hackeraggio da parte di qualcuno che in un momento così delicato come questo potrebbe aver agito intenzionalmente per danneggiare l'immagine del Presidente”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il caso della storia sulla pagina Facebook di Conte contro Matteo Renzi

Today è in caricamento