Giovedì, 29 Luglio 2021
Politica

Stupri, senatore shock in diretta: "Se solo le donne avessero cautela a non esporsi..."

Polemiche per le frasi di Vincenzo D'Anna, senatore di Ala che ai microfoni di Radio Cusano ha affidato la sua ricetta contro gli stupri: "Serve un poco di buonsenso, un poco di cautela, alle donne non farebbe male"

Vincenzo D'Anna, biologo, è stato delegato giovanile della Democrazia Cristiana per la Provincia di Caserta, è stato esponente in seguito di Forza Italia e del Popolo delle Libertà. Il 29 luglio 2015 passa con Verdini nel neonato gruppo parlamentare Alleanza Liberalpopolare-Autonomie che sostiene il governo Renzi

"Sono abbastanza vecchio per ricordarmi donne più accorte. Una donna aggredita da un cingalese alle tre di mattina un tempo - a parere di D'Anna non ci sarebbe mai stata". Così Vincenzo D'Anna affida ai microfoni di Radio Cusano la sua ricetta contro gli stupri.

"Le donne lo devono pensare che c'è gente in giro che puo' fargli del male" continua il senatore ex Forza Italia poi passato con Verdini nel plotone di Ala che sostiene la maggioranza di Governo. 

"Io non sono un maschilista, ma il corpo della donna è oggetto e fonte di desiderio da parte dell'uomo. E' un istinto, sarà primordiale, sarà ancestrale, quello che volete. Molte volte servirebbe un minimo di cautela. Le donne hanno un appeal che è  diverso dagli uomini, potrei parlare degli ormoni, dell'aggressività".

"Certe volte un tipo di abbigliamento, un tipo di contesto, fa pensare a dei soggetti che siano una manifestazione di disponibilita' da parte della donna", sono ancora le parole del senatore (Ala) che passa quindi al consiglio-reprimenda: "Serve un poco di buonsenso, un poco di cautela, alle donne non farebbe male. Non e' una manifestazione di inferiorita'. Io alle tre di mattina sconsiglierei mia figlia di camminare in una periferia da sola, peggio ancora se e' vestita in maniera disinvolta". 

D'altro canto, osserva ancora, se "la donna porta con se' l'idea del corpo, l'idea della preda", allora "se si trova in una zona di periferia, sola in mezzo alla strada, puo' anche essere oggetto di un'aggressione".

"Non giustifico gli stupratori, gli darei 30 anni di carcere, ma - insiste - serve attenzione e cautela da parte delle donne", perche' "se cammina un uomo solo alle tre di notte non gli succede niente, se cammina una bella ragazza, magari vestita in modo provocante, e si trova in determinati ambienti, si espone".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stupri, senatore shock in diretta: "Se solo le donne avessero cautela a non esporsi..."

Today è in caricamento