rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Il caso

L'attentato a Susanna Schlein, c'è la rivendicazione degli anarchici: "Solidarietà ad Alfredo Cospito"

Il "Nucleo di vendetta Carlo Giuliani" ha diffuso una nota in cui firma l'azione contro la diplomatica italiana in Grecia, sorella della deputata del Pd Elly. Il gesto è legato alla vicenda di Cospito, al 41 bis per un attentato contro i carbinieri

Si è detto dal primo momento: l'attentato in Grecia alla diplomatica Susanna Schlein, sorella della deputata del Pd Elly, è opera degli anarchici. E adesso c'è la rivendicazione che conferma questa pista. Il gruppo "Nucleo di vendetta Carlo Giuliani" si è attribuito l'attacco incendiario contro le auto della consigliera dell'ambasciata italiana ad Atene come atto di solidarietà con il "compagno" Alfredo Cospito, detenuto in Italia. 

Chi è Alfredo Cospito e cosa c'entra con l'attentato a Susanna Schlein

Cospito, originario di Pescara, è ritenuto responsabile di aver piazzato tra il 2 e il 3 giugno del 2006 due ordigni presso la Scuola allievi carabinieri di Fossano, in provincia di Cuneo. L'esplosione non ha causato vittime, ma a luglio la Cassazione ha riformulato l'accusa ai danni del detenuto in strage contro la sicurezza dello Stato, un reato che prevede anche l'ergastolo ostativo. Dopo sei anni passati regime in alta sicurezza, lo scorso aprile è stato deciso per lui il regime del 41 bis.

Già durante il suo processo a Torino, erano risuonati slogan minacciosi contro Susanna Schlein. "Schlein impara a parcheggiare", una delle frasi rivolte alla diplomatica. Il 2 dicembre il quartiere ateniese di Papagou si è svegliato con dei boati: le auto della consigliera Schlein erano state date alle fiamme, senza per fortuna provocare vittime o feriti. "Salva per miracolo", aveva denunciato il ministro degli Esteri Antonio Tajani. Già nelle ore immediatamente successive all'attentato, la matrice anarchica era stata confermata dal ministro per la sicurezza greco Panagiotis Theodorikakos al collega Matteo Piantedosi.  

No41bis Alfredo Cospito libero Villa De Sanctis

La rivendicazione

Il "Nucleo di vendetta Carlo Giuliani" in lungo comunicato firma l'attentato. Il gruppo anarchico greco che prende il nome dall'attivista italiano ucciso dalla polizia durante il G8 di Genova nel 2001 spiega di aver agito in nome di Alfredo Cospito. "Il 41 bis è un regime di sterminio politico, sociale e sensoriale, volto alla completa eliminazione di ogni contatto con il mondo esterno. Compagno, per quanto cerchino di seppellirti, non ti dimenticheremo mai", si legge.

Nella nota di rivendicazione dell'attentato il gruppo si scaglia anche contro "il governo fascista di Meloni", che vuole rendere l'Italia "una fortezza con le sue leggi razziste anti-immigrazione". E ancora: "Anche nel territorio greco ci troviamo di fronte a un attacco senza precedenti, che comprende omicidi sistematici di Stato per mano dei poliziotti e dell'esercito anche alle frontiere e l'esclusione economica e sociale degli oppressi".

Nel sito dove è stato pubblicato il comunicato, utilizzato spesso come portale di informazione dai movimenti anarchici, non risultano altre rivendicazioni e attività portate avanti in passato dal gruppo. 

Tutte le notizie su Today.it

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'attentato a Susanna Schlein, c'è la rivendicazione degli anarchici: "Solidarietà ad Alfredo Cospito"

Today è in caricamento