Giovedì, 16 Settembre 2021
Politica

Tagli ai ministeri, salta tutto

"Scrivetemi sui risparmi ai dicasteri": l'invito del premier al termine del Consiglio dei ministri che ha dato il via libera all'assunzione di 30mila precari del mondo della scuola. Gli incontri tra Renzi e i singoli ministri per definire i tagli forse la prossima settimana

ROMA - Oggi Matteo Renzi avrebbe dovuto incontrare i ministri del suo governo per definire i tagli che ogni singolo ministero dovrà mettere in campo per la cosiddetta spending review. "Avrebbe", perché gli incontri a due tra il premier e i titolari dei vari dicasteri sono slittati alla prossima settimana.

"Scrivetemi", ha detto Renzi ai colleghi di governo alla fine del Cdm conclusosi nel primo pomeriggio di ieri. Consiglio dei Ministri a parte, la ministra Beatrice Lorenzin, titolare della Salute, è stata l'unica ad incontrare singolarmente il premier. Un'eccezione dovuta però all'assenza di Lorenzin dalla riunione di governo e che quindi è stata successivamente informata sulle nuove direttive arrivate sulla spending.

Complici gli impegni che avrebbero reso complessa la partecipazione di tre ministri "pesanti" come Padoan (Economia), Mogherini (Esteri) ed Alfano (Interni) agli incontri bilaterali sulla spending review, si è quindi deciso di rimandare, probabilmente alla prossima settimana, i faccia a faccia. Per questo motivo il premier, a margine del Cdm, ha chiesto ai vari ministri di inviargli nei prossimi giorni una nota indicando i risparmi a loro avviso possibili nei singoli ministeri.

Dopo le valutazioni sui tagli dei singoli ministeri, spiegano fonti di governo, Renzi valuterà l'entità dei risparmi proposti e si deciderà se serviranno colloqui individuali (e con chi) con l'indicazione tassativa di un taglio del 3% per ogni ministero. Indicazione che, sottolineano le stesse fonti, per ora non è stata data in attesa di vedere che cosa proporranno i singoli ministri.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tagli ai ministeri, salta tutto

Today è in caricamento