Martedì, 27 Ottobre 2020
Politica / Italia

Tap, Emiliano si scaglia contro il Governo: "Sono renziani, non ascoltano"

Il presidente della Regione Puglia e candidato alla segreteria del Pd, Michele Emiliano, ha criticato il governo su fronte del progetto sul microtunnel del gasdotto Tap a Melendugno

"Dubito che questo governo possa ascoltare qualcuno perchè purtroppo c'è ancora una forte impronta renziana ed il principio fondamentale del renzismo è non ascoltare nessuno e tirare dritto". Con queste parole il presidente della Regione Puglia e candidato alla segreteria del Pd, Michele Emiliano, ha criticato il governo su fronte del progetto sul microtunnel del gasdotto Tap a Melendugno al centro di recenti proteste di amministratori locali e cittadini.

In particolare il governatore della Puglia si riferisce alla sua richiesta di spostare l'opera più a nord rispetto al progetto iniziale. "Non e' difficile spostare qual gasdotto - ha detto Emiliano a margine di un'iniziativa a Bologna - anche il vescovo è intervenuto per chiedere un po' di riflessione. Spostare di 30 chilometri il gasdotto che non è ancora stato costruito non è difficile - ha concluso - si salvaguarda innanzitutto la pace sociale e anche una zona turistica meravigliosa". 

barricate melendugno-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sono trascorsi dieci giorni da quando sono state avviate le operazioni attorno al cantiere di Melendugno e come riporta Lecce Prima intanto i lavori di espianto degli ulivi nel cantiere Tap sono stati sospesi perché non sarebbe stato disponibile un numero adeguato di forze dell’ordine. Nella notte alcuni manifestanti hanno eretto lungo le vie d’accesso alla zona delle barriere, con pietre di muretti a secco, cassonetti e materiale di risulta. Veri e propri blocchi che dovranno essere rimossi per consentire il transito dei mezzi pesanti: restano ancora da trasferire nell’area di stoccaggio 73 alberi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

Tap, Emiliano si scaglia contro il Governo: "Sono renziani, non ascoltano"
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...