Martedì, 21 Settembre 2021
Politica Italia

Think tank, le 100 fondazioni che stanno cambiando la politica italiana

In un periodo politico di transizione sta crescendo il ruolo di think tank, fondazioni e associazioni politiche. La mappa che permette di osservare più consapevolmente le nomine fatte e i finanziamenti stanziati dal governo e altre istituzioni

palazzo-2

Se la "Prima Repubblica" fu segnata dal centrismo e il bipolarismo è stato il marchio della Seconda siamo arrivati all’attuale pluripartitismo. Le principali vittime di questa fase sono proprio i partiti, snaturati dalla loro funzione di aggregazione e formazione politica. Il vuoto generato ha fatto sì che la condivisione di idee sulla “cosa pubblica”, tratto caratteristico proprio dei partiti, necessitasse di una nuova “casa”.

Sono nati e cresciuti così i think tank, fondazioni e associazioni politiche, strutture accomunate dalla presenze di politici negli organi apicali, dal desiderio di diventare dei forum in cui discutere e formare una nuova classe politica e dalla volontà di instaurare dei processi di policy making. La fondazione Openpolis ne ha tracciato una interessanta "mappatura" che riserva molte sorprese. 

think tank italia anni-2
L'infografica di Openpolis

La presenza dei politici. Sono più 100 le realtà che sono state analizzate e la presenza dei politici sembra essere una costante. Fra gli incarichi dirigenziali e di rappresentanza il 51,88% ha avuto negli anni qualche tipo di incarico politico.

Il 34,31% dei think tank, fondazioni e associazioni politiche sono collegate al centrosinistra mentre il 22,55% al centrodestra. A seguire le strutture di centro e/o liberali (il 14,71%) e quelle bipartisan (il 13,73%). Molto dietro quello di sinistra (6,86%) e di destra (5,88%). Due quelle vicine al Movimento 5 stelle: Think tank group, e l’Associazione Gianroberto Casaleggio.

think tank italia quali-2
L'infografica di Openpolis

Nella rete delle strutture emergono alcune realtà come Aspen Institute Italia, Astrid, Fondazione Italia Usa, Italia decide e la fondazione Italianieuropei. Non solo: il 77% delle strutture ha perlomeno un membro condiviso con un’altra organizzazione, e il 21,51% almeno 10.

Una fitta rete di collegamenti di politici, ex ministri, docenti universitari e amministratori di aziende pubbliche: Salvatore Biasco (docente, ed ex deputato), Angelo Maria Petroni (docente, ed ex Cda Rai) e Giulio Tremonti (senatore ed ex vice premier e ministro) sono i più ricorrenti con 5 incarichi in 5 diverse strutture

think tank italia nomi-2
 L'infografica di Openpolis

Nomine e finanziamenti, continua a leggere

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Think tank, le 100 fondazioni che stanno cambiando la politica italiana

Today è in caricamento