rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Polemica

La senatrice di Fdi dice no ai fondi per gli asili nido: "Meglio il congedo parentale fino a 3 anni"

Fa discutere l'intervento in Commissione Infanzia della senatrice di Fratelli d'Italia, secondo cui gli asili nido guasterebbero i rapporti tra bambini e genitori

Gli asili nido? Un problema, meglio sostituirli con un congedo parentale di tre anni. Parola di Tiziana Drago, senatrice ex cinquestelle oggi passata a Fratelli d'Italia, che durante una seduta della Commissione parlamentare sull'infanzia ha detto di nutrire "seri dubbi sulle scelte politiche che si stanno operando in merito agli stanziamenti di fondi per gli asili nido".

La collega del Pd Giuditta Pini ha condiviso su Twitter un video dell'intervento di Drago, che è diventato virale e ha attirato numerose critiche. "Si pensa di incidere così anche sul tema della natalità, ma la prospettiva qual è? Quella di mettere al mondo dei bambini e dar loro come unica destinazione l'asilo nido?", si chiede Tiziana Drago, che su Twitter si presenta come "insegnante e pedagogista, credo nella FAMIGLIA, insostituibile pilastro della società" e ricorda: "Da senatrice mi impegnerò a realizzare concrete politiche familiari".

Gli asili nido, secondo la senatrice, causerebbero diversi problemi. In primis, "verrebbe ad essere privata" la relazione tra genitori e figli, "perché ci sono donne e coppie che chiaramente hanno questa necessità dal mattino fino alle 19 di sera". Oppure, spiega, "abbiamo una destinazione di questi bambini ai nonni e quindi li esaltiamo" ma "possono esserci delle separazioni, perché inevitabilmente si entra all'interno del sistema educativo familiare e quindi della coppia. Questa coppia che da un lato è genitore, dall'altro lato continua ad essere padre e madre. Insomma, c'è una confusione di ruoli. Quindi diventa un problema sociologico". La soluzione? Per Drago è presto detto: "Ecco perché, ad esempio, l'estensione del congedo parentale, ovvero dell'astensione facoltativa, da sei mesi a tre anni avrebbe questa valenza da tanti punti di vista. Questo piccolo specchio che riguarda i primi tre anni, associato alla presenza di uno psicologo a scuola. Si potrebbe completare il quadro, oltre che nell'intervento col ragazzo, ma anche nei corsi per la genitorialità nelle scuole. Genitori si diventa, non si nasce".

La polemica dopo il discorso di Tiziana Drago sugli asili nido

Una posizione che fa discutere, anche alla luce del recente report dell'Istat sulla situazione degli asili nido in Italia. Una rapporto che fotografa, come sempre, un'Italia a due velocità, con il Nord e il Centro il linea con il target europeo di copertura del 33% mentre il Sud non riesce ad andare oltre il 14%.

Pini, condividendo il video su Twitter, ha commentato: "La senatrice Drago ci spiega che gli asili nido non servono anzi, sono controproducenti per i bambini e per le coppie. Come diceva Meryl Streep ne Il Diavolo veste Prada: avanguardia pura".

Finita al centro delle polemiche, Drago ha replicato in una nota: "Ho sostenuto la libertà di una madre e di un padre, di volere assistere i propri figli nei primi fondamentali anni di vita, e di ritenere che la scelta degli asili nido, per essere tale, deve prevedere un'alternativa. E questa alternativa, a mio avviso, è quella di portare avanti, al pari del sostegno finanziario agli asili nido, una più efficace e soddisfacente applicazione dell'astensione retribuita dal lavoro fino ai 3 anni di età del bambino". Da Fratelli d'Italia però commentano: "Si tratta di un'uscita personale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La senatrice di Fdi dice no ai fondi per gli asili nido: "Meglio il congedo parentale fino a 3 anni"

Today è in caricamento