Riecco la Forestale, il M5s pronto a far rinascere il corpo (ma con un altro nome)

Presentata alla Camera la proposta di legge dei deputati a 5 Stelle: "La riforma Madia ha creato disastri". Il nuovo corpo dipenderà dal ministero dell'Interno e dovrebbe conservare le stesse funzioni della vecchia Forestale

Foto di repertorio

Torna la Forestale? Il M5s ci sta pensando. Il corpo sopresso nel 2016 con il decreto sulla Pubblica amministrazione potrebbe tornare sotto "mentite spoglie" con un altro nome ma con le stesse funzioni. È quanto prevede una proposta di legge incardinata  nelle Commissioni Affari costituzionali e Difesa di Montecitorio e presentata ieri alla Camera.

"Purtroppo non si può tornare indietro - spiega in una nota il deputato penstastellato Maurizio Cattoi, primo firmatario del testo di legge -, ma per riparare ai danni creati dal PD possiamo guardare avanti con la costituzione di una Nuova Polizia forestale, ambientale e agroalimentare. Una Forza civile, e non più militare, che svolga le stesse funzioni dell’ex Corpo forestale con un’organizzazione nuovamente centralizzata e unitaria".

Le critiche alla riforma Madia

I settemila addetti del Corpo forestale italiano, assorbiti perlopiù dall’Arma dei carabinieri, potrebbero dunque tornare ad occuparsi principalmente dello spegnimento degli incendi, compito oggi demandato ai vigili del fuoco. La riforma Madia d’altra parte non fu apprezzata da tutti. La Cgil ad esempio definì scellerrata la soppressione del corpo nato nel 1822.

La scelta di cancellare la Forestale fu criticata anche alla luce dell’elevato numero di incendi boschivi registrati nel 2017 quando, favoriti anche da una drammatica siccità, le superfici percorso dal fuoco raggiunsero livelli record con oltre 100mila ettari di bosco bruciati. Benché non ci siano ancora dati ufficiali, nel 2018 sembra però che il numero di incendi sia stato molto inferiore (secondo Coldiretti a fine estate erano in calo del 90%). 

Torna la Forestale? Il M5s fa sul serio

Sta di fatto che per il Movimento 5 Stelle, ricostituire la Forestale è una priorità. "Il nostro obiettivo  - spiega Cattoi - è superare al più presto la riforma Madia: un vero e proprio disastro che si è abbattuto su un Corpo con 200 anni di storia, sparpagliando donne e uomini in ben cinque differenti Amministrazioni pubbliche. Noi non ci stiamo: questi professionisti devono tornare al servizio del nostro territorio e al fianco dei cittadini, perché solo loro hanno le conoscenze specialistiche adatte a presidiare il rapporto tra cittadini e natura".

Che cosa farà la nuova Forestale

Ma che cosa prevede la proposta firmata da Cattoi e da altri deputati del M5s? Se la legge dovesse passare verrà costituito un nuovo corpo denominato "Polizia forestale, ambientale e agroalimentare (POLFOR)", a cui verranno demandati i "compiti già appartenuti al disciolto Corpo forestale dello Stato, compresi quelli in materia di vigilanza e di prevenzione degli incendi boschivi, di salvaguardia della biodiversità e di tutela idrogeologica del territorio".

Verrà inoltre ricostituito il Reparto aereo antincendio boschivo, "che è stato smembrato al 50 per cento tra Arma dei carabinieri e Corpo nazionale dei vigili del fuoco". Le competenze del corpo Forestale saranno in capo al Ministero dell’Interno.

"No alla militarizzazione dei Forestali"

Gli ex forestali attualmente inquadrati nell'Arma dei carabinieri saranno riassorbiti proprio dalla Polfor. "Ne consegue - si legge nel testo di legge - la probabile cessazione del contenzioso amministrativo avanzato da oltre 3.000 ricorrenti (giudizio pendente avanti la Corte costituzionale) derivante principalmente dalla militarizzazione coatta imposta con il decreto legislativo n. 177 del 2016".

Una delle priorità, afferma infatti Cattoi sul blog delle Stelle, è "porre rimedio alla condizione di disagio in cui sono costretti a lavorare i forestali militarizzati e trattati come numeri dalla riforma renziana. Un malessere che abbiamo studiato e toccato con mano e su cui dobbiamo scrivere la parola ‘fine’, restituendo piena dignità alle competenze degli ex appartenenti al Corpo". 

Nel nuovo corpo dovrebbe confluire inoltre il personale già in forza al Corpo forestale dello Stato assegnato ad altre Forze di polizia (anche ad ordinamento militare) o ai vigili del fuoco. 

I compiti del nuovo corpo Forestale

 Il Reparto aereo Antincendio boschivo, spiega ancora Cattoi, "integrerà il reparto volo della Polizia mantenendo però le proprie qualità specifiche". La Forestale si occuperà inoltre di valorizzare i beni rurali confiscati alle mafie "da un punto di vista economico e sociale". 

"Il prossimo passo è calendarizzare i lavori"

La riforma Cattoi otterrà il via libera delle Camere? "La grande partecipazione registrata alla presentazione di ieri - conclude il deputato - dimostra il notevole interesse, non solo tra gli addetti ai lavori, che si muove attorno alla nostra proposta. Il prossimo passo è calendarizzare i lavori sul testo e continuare a portare avanti con determinazione l’iter parlamentare. Noi ci siamo, viva i forestali!"- 

Potrebbe interessarti

  • Come scegliere salumi e affettati senza correre rischi per la salute

  • Via alla svendita anti-deficit: lo Stato mette in vendita i suoi tesori

  • Aria condizionata, qual è la temperatura ideale (secondo i medici) per evitare brutte sorprese

  • 10 alimenti che devono essere conservati fuori dal frigo

I più letti della settimana

  • Tour de France 2019, tutte le tappe: percorso e altimetria

  • Lotto e SuperEnalotto, estrazioni di oggi: i numeri vincenti di martedì 16 luglio 2019

  • Lotto e SuperEnalotto, estrazioni di oggi: i numeri vincenti di giovedì 18 luglio 2019

  • Temptation Island 2019: puntate, anticipazioni e coppie

  • Esce a nuotare nel lago e scompare, dopo più di due giorni ricompare sano e salvo: dov'era stato

  • Calendario MotoGp 2019 | Data e orario di tutte le gare: dove vedere diretta e differita (Sky e Tv8)

Torna su
Today è in caricamento