Lunedì, 22 Luglio 2024
Riso amaro

Le orrende parole di Travaglio su Draghi e l'imbarazzo di Speranza

Il direttore del Fatto Quotidiano dal palco della festa del partito del ministro della salute spara a zero sul premier: "Un figlio di papà" che "non capisce un cazzo né di giustizia né di vaccini"

"L'uscita di Marco Travaglio sul presidente del Consiglio Mario Draghi è infelice e non rappresenta certo il punto di vista di Articolo Uno che sostiene convintamente la sua azione di governo". È costretto a correre ai ripari il ministro della Salute e leader di Articolo Uno, Roberto Speranza, che non si sottrae ai giornalisti e affida a loro una dura presa di posizione dopo le parole pronunciate dal direttore del Fatto Quotidiano ieri domenica 25 luglio alla festa di Articolo 1.

Travaglio, tra le altre cose, aveva definito Draghi "un figlio di papà" nel contesto di una riflessione sull'origine sociale e familiare dei due premier, Conte e Draghi. Dimenticando Tuttavia che il premier è orfano di padre dall'età di 15 anni. Inoltre Travaglio ha accusato Draghi di non sapere nulla di giustizia, sociale e sanità. O meglio, letteralmente a suo giudizio Draghi è competente di finanza "ma non capisce un cazzo né di giustizia né di vaccini". Qui il video

Ovviamente le polemiche non sono mancate anche contro Chiara Geloni che lo intervistava. "Siamo abituati alle volgarità, alle offese e agli insulti di quest'ominicchio del giornalismo italiano, ma davvero ieri ha superato il limite della decenza" denuncia via Facebook il presidente dei senatori di Italia Viva Davide Faraone. "Mettendo da parte il curriculum di Mario Draghi che non basterebbe neppure un numero del Fatto Quotidiano per contenerlo - sottolinea Faraone- «figlio di papà» proprio no. Non lo accetto. Mario Draghi ha perso suo padre quando aveva 15 anni, e dopo cinque anni perse anche la madre. E a prendersi cura di lui fu la zia". "Le scuse di Travaglio - conclude il capogruppo Iv- non arriveranno mai, ma una cosa è leggere le volgarità sul suo giornale, che è già dura prova di resistenza umana, altra cosa è ascoltare queste parole dal palco di un partito che sta al governo proprio con Draghi e ciò è francamente inaccettabile. Per non dire disgustoso. Forse le scuse dovrebbero arrivare proprio da chi siede accanto al presidente del Consiglio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le orrende parole di Travaglio su Draghi e l'imbarazzo di Speranza
Today è in caricamento