rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Soldi e politica

Tremonti e l'affitto 'scontato', Milanese: "Mi deve 174mila euro"

Torna a far discutere il caso dell'abitazione presa in affitto dall'ex collaboratore dell'allora ministro dell'Economia: Tremonti non avrebbe mai restituito i soldi. Eppure c'era un contratto di affitto firmato

Ci risiamo. Ancora un esponente Pdl. Ancora una casa. Dopo Scajola e la casa pagata "a sua insaputa", ecco che si torna a parlare della casa in via di Campo Marzio che Marco Milanese, ex parlamentare Pdl, prese in affitto per il suo 'capo politico', Giulio Tremonti, allora ministro dell'Economia.

Ebbene, Tremonti potrebbe finire in tribunale in quanto non avrebbe mai versato neppure un euro a quello che al tempo era il suo stretto consigliere politico.

Milanese prese in affitto quell'appartamento perTremonti. Secondo quanto si è appreso Milanese, che stipulò il 1 febbraio del 2009 un contratto di locazione con il Pio sodalizio dei Piceni, proprietario dell'appartamento, partecipò alle spese di locazione e di conduzione. Ora con una lettera avrebbe richiesto all'ex ministro la restituzione delle somme di denaro da lui versate al Pio istituto, cioè 174 mila euro.

Una somma importante che si ottiene a partire dal canone mensile di 8.500 euro dal 2010 al 2011; Tremonti riceveva da Milanese 4 mila euro al mese per concorso nelle spese mentre dal luglio 2011 ad aprile del 2012 ha pagato lui l'intero canone.

Ora, in caso di mancata restituzione di quanto richiesto, Milanese potrebbe decidere di citare un giudizio civile l'ex ministro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tremonti e l'affitto 'scontato', Milanese: "Mi deve 174mila euro"

Today è in caricamento