Lunedì, 17 Maggio 2021

Che cosa dicono gli ultimi sondaggi sulle elezioni regionali 2020: perché il Pd trema

Il Pd rischia di perdere due importanti regioni che ancora governa, ossia le Marche e la Puglia, ma dovrebbe reggere in Toscana e Campania: le ultime rilevazioni

L'esito delle prossime elezioni regionali avrà un impatto anche sugli equilibri nazionali? Il dibattito è aperto. Secondo gli ultimi sondaggi alle prossime elezioni regionali il Pd rischia di perdere due delle regioni che ancora governa, ossia le Marche e la Puglia. In queste due regioni, i due candidati di centrodestra, sottolinea l'analisi pubblicata su 'Il Giornale', "dovrebbero ribaltare la partita".

I sondaggi di Tecnè, nelle Marche danno Francesco Acquaroli (Fratelli d'Italia) tra il 43,5 e il 47,5 per cento, ossia 7 punti e mezzo sul candidato di centrosinistra Maurizio Mangialardi (36-40%).

Stessa situazione in Puglia, dove Noto sondaggi dà Raffaele Fitto (centrodestra) avanti di sei punti sul governatore uscente Michele Emiliano. In Puglia, se la Lega secondo il sondaggio è il primo partito al 13 per cento, subito dietro trova Fratelli d'Italia con il 12%. Buona tenuta anche di Forza Italia che arriva al 10%.

Secondo i sondaggi, i dem dovrebbero invece  'reggere' in Campania (Vincenzo de Luca al 42,5-46,5 contro Stefano Caldoro 37-41%, fonte Tecnè), e in Toscana dove però la forbice si va riducendo (Eugenio Giani 44-48% contro la leghista Susanna Ceccardi al 38,5-42,5, sempre Tecnè).

Le consultazioni elettorali, originariamente previste per il 19 aprile in Valle d'Aosta e tra marzo e giugno in Veneto, Liguria, Toscana, Marche, Campania e Puglia, sono state rinviate al 20-21 settembre a causa della pandemia.

Elezioni, dove e quando si vota nel 2020: è campagna elettorale continua

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Che cosa dicono gli ultimi sondaggi sulle elezioni regionali 2020: perché il Pd trema

Today è in caricamento