Sondaggi, croce e delizia per Giuseppe Conte: al top solo se fa un partito "tutto suo"

'Noto Sondaggi' ha 'pesato' l'appeal elettorale del presidente del Consiglio: un suo partito volerebbe addirittura all'11 per cento, ma solo "in alternativa al M5s". Se Conte si presentasse come candidato premier pentastellato lo scenario cambierebbe

Giuseppe Conte in una foto di qualche settimana fa (Ansa, archivio)

Una cosa è certa, comunque finirà questa crisi di governo: Giuseppe Conte potrebbe avere un futuro nella politica italiana. Da semisconosciuto avvocato di Volturara Appula e docente universitario, a figura in grado di "creare consenso". Se Giuseppe Conte si mettesse alla guida di un partito potrebbe raccogliere fino all'11 per cento di consensi. Antonio Noto, dell'istituto 'Noto Sondaggi', ha 'pesato' l'appeal elettorale del presidente del Consiglio che, ad agosto, ha superato Matteo Salvini nella classifica della fiducia. "Un ipotetico partito guidato dal premier dimissionario - ha riferito Noto in un articolo pubblicato da 'La Stampa' - si attestava a luglio attorno all’11 per cento. Ma i partiti che non esistono, va detto, spesso raccolgono più consensi nei sondaggi che nelle urne, per le aspettative che l’elettorato vi ripone".

Ultimi sondaggi, il partito di Conte fino all'11 per cento

C'è un "grosso ma". Infatti se Conte si presentasse come candidato premier del M5s lo scenario cambierebbe, perché "questo 11 per cento è in alternativa al Movimento: quindi non significa che con la sua leadership quella cifra si aggiungerebbe al risultato dei Cinque Stelle". I numeri, secondo Antonio Noto, portano a un "paradosso". Ovvero, "probabilmente il Pd guadagnerebbe di più nell’allearsi con un ipotetico partito di Conte che con il M5S, perché Conte piace al suo elettorato: nonostante sia stato presidente del Consiglio con Matteo Salvini, viene percepito comunque come un soggetto di centrosinistra, più affine ai dem rispetto a Di Maio".

Insomma, Conte può restare sulla cresta dell'onda soprattutto se tornerà a Palazzo Chigi grazie all'accordo tra Partito democratico e pentastellati: viene percepito come una figura in grado di gestire l'eventuale nuova fase politica. Legato, legatissimo al M5s, ma con la perene tentazione di farsi un suo partito: con questo delicatoe  fragile equilibrio, Conte nei sondaggi ha dimostrato di crescere in continuazione.

Sondaggi politici: consenso personale, Conte supera Salvini 

Settimana dopo settimana, il presidente del Consiglio uscente ha raccolto un consenso personale che gli ha permesso di superare Salvini nella classifica della fiducia che i cittadini ripongono nei leader politici e di governo. Negli ultimi mesi, sempre secondo la rilevazione 'Noto Sondaggi', l'avvocato pugliese è passato dal 39 per cento di aprile (rispetto al 46 di Salvini) al 45 per cento agosto, mese in cui il ministro dell’Interno è sceso al 41 per cento.

L'11 per cento potenziale a un partito di Conte non convince Roberto Baldassari, di Gpf-Inspiring Research. "Se il partito di Conte arrivasse all'11% - dice a Adnkronos - vorrebbe dire che i 5Stelle scenderebbero al 6-7%". A logica "se la Lega è data al 38% e Conte al 12, se insieme fanno la metà dell'elettorato, tutti gli altri partiti come si dividono la posta, considerando che c'è anche il partito di Renzi che viaggia intorno all'8%?".

Crisi, 24 ore per un governo: avanza il Conte bis, ma Salvini "spera" nel voto su Rousseau

giuseppe conte ansa2 (2)-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Buoni fruttiferi postali, il "brutto pasticcio" sui rimborsi

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 20 febbraio 2020

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 18 febbraio 2020

  • C'è posta per te, Maria De Filippi perde la pazienza: "Non ce la posso fa"

  • Heather Parisi: "La mia vita in Cina nell'inferno del Coronavirus. Qui si lavora da casa, i prodotti sono razionati"

Torna su
Today è in caricamento