Un nuovo sondaggio scuote la politica: c'è un nuovo partito all'orizzonte?

Un sondaggio riservato realizzato dalla Swg indica come ci sia spazio per una nuova forza politica di ispirazione liberale e rivolta all'elettorato moderato

Il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi con l'allora candidato alla presidenza della Regione Liguria, Giovanni Toti nel 2015 in una foto di archivio Ansa

Nel centrodestra c'è spazio per una nuova forza politica di ispirazione liberale e rivolta all'elettorato moderato. Lo attesta un sondaggio riservato realizzato dalla Swg, di cui l'Adnkronos è entrata in possesso, che 'esplora' le potenzialità di un soggetto politico autonomo guidato da Giovanni Toti.

La rilevazione accredita questo soggetto di un 7% e con "ampi margini di crescita", se supportato da un'adeguata campagna di informazione e comunicazione presso l'elettorato. 

Il sondaggio rafforza le convinzioni del governatore della Liguria in vista di "Italia in crescita", l'assemblea voluta da Toti e convocata il 6 luglio a Roma al Teatro Brancaccio il cui obiettivo è offrire un'alternativa per il rilancio dei progetti e delle politiche del centrodestra. E, in qualche modo il sondaggio, mette a fuoco la 'riconoscibilità' di Toti come leader politico all'interno del centrodestra.

Il parito di Toti "terza gamba" della Lega

Se l'operazione avesse successo la Lega potrebbe contare su una nuova terza gamba per costruire un'allenza di centrodestra insieme a Fratelli d'Italia. Per Forza Italia un campanello di allarme in vista del congresso. Palese è infatti la perdita di appeal dello storico leader Berlusconi.

Il governatore della Liguria, infatti, si 'piazza' al terzo posto nell'indice di fiducia degli elettori. Dopo Salvini, che raccoglie il 41% del consenso, e Meloni al 24%, arriva Toti che con il 20% del gradimento, prevale su Antonio Tajani (17%) e sul presidente di Fi, Silvio Berlusconi, che si ferma al 15%. L'area moderata, pero', è marcata anche da un esponente del centrosinistra: ben il 24% infatti riconosce la leadership a Carlo Calenda, europarlamentare del Pd e ideatore di 'Siamo europei'.

Per Calenda un altro importante riconoscimento dopo l'ubriacatura di preferenze raccolte alle ultime elezioni europee.

Allargando lo sguardo all'intero arco politico vediamo come gli ultimi sondaggi cristallizzano alcune posizioni. Secondo le rilevazioni di Emg per la Rai, l'elettorato è infatti spaccato in tre tronconi. Al netto di un ampio vacino di "non voto" o di "indecisi" (pari a quasi il 38%), un italiano su due accredita la propria fiducia ad un partito di centrodestra. 

  • Lega 35,2
  • Forza Italia 8,6
  • Fratelli d'Italia 6,7

Totale Centrodestra 50,5

  • Partito Democratico 23,9
  • Più Europa 2,5
  • Europa Verde 1,1

Totale Centrosinistra 27,5

  • Movimento 5 stelle 18,0
  • La Sinistra 1,9

* Indecisi+non voto: 37,8%

Guarda anche

Governo, Toti: "Maggioranza sempre più fragile e confusa"

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

"Il governo Gentiloni è identico a quello precedente di Renzi ma dai colori più sbiaditi - ha spiegato Giovanni Toti - non ha cambiato la ricetta economica e nessuna delle prospettive di questo paese che restano pessime"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiede il reddito di cittadinanza, ma si "dimentica" di avere un albergo da 800mila euro

  • Medico muore durante il turno di notte: aveva 28 anni

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 12 novembre 2019

  • Nuovo maxi concorso: oltre 300 posti a tempo indeterminato, si cercano laureati e diplomati

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 16 novembre 2019

  • Tasse, chi rischia di pagare di più con la nuova Imu

Torna su
Today è in caricamento