rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Crisi economica

Governo: "Nessuna nuova manovra". Ma situazione italiana resta difficile

Le nuove previsioni economiche europee mostrano un'Italia sempre più in difficoltà. Pareggio di bilancio possibile nel 2013

L'Italia raggiungerà il pareggio di bilancio nel 2013 "grazie all'aggiustamento di 8 miliardi di euro". Non un altra manovra, quindi, come inizialmente spiegato dal commissario Ue agli Affari economici Olli Rehn. "L'Italia è sulla strada giusta per raggiungere il pareggio strutturale di bilancio senza bisogno di nuove manovre". Il malinteso su una frase poco chiara, interpretata come "nuova manovra". In realtà la manovra di cui si fa riferimento nel documento è quella già approvata.

Tuttavia il quadro non migliora di molto. La commissione europa, se da un lato rileva che il rapporto deficit/Pil italiano scenderà al -2% nel 2012 a -1,1 nel 2013, a fronte di una previsione del governo italiano (che prevede un deficit all'1,7% nel 2012 e allo 0,5% nel 2013), la spesa per interessi continuerà invece a crescere fino al 5,4% del Pil. Questo significa che per acquistare debito italiano (Bot, Btp, Titoli di stato) gli investitori chiedono un premio di rischio più alto di 400 punti rispetto a quello tedesco. 

A questo si aggiune il rapporto tra debito e Pil che per l'Italia sarà al 123,5% alle fine del 2012 e al 121,8% nel 2013.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Governo: "Nessuna nuova manovra". Ma situazione italiana resta difficile

Today è in caricamento