Martedì, 21 Settembre 2021
Politica Italia

Vaccini, i medici di famiglia plaudono all'obbligo per l'iscrizione scolastica

"Chi non vaccina i propri figli lede il diritto alla salute e all'istruzione dei bambini che non possono essere vaccinati per motivi di salute". Così il Segretario nazionale della Federazione dei medici di famiglia (Fimmg), Silvestro Scotti

"Siamo al fianco del ministro Lorenzin sul tema delle vaccinazioni. Chi non vaccina i propri figli lede il diritto alla salute e all'istruzione dei bambini che non possono essere vaccinati per motivi di salute". Così il Segretario nazionale della Federazione dei medici di famiglia (Fimmg), Silvestro Scotti, commenta la proposta del ministro della Salute di aprire una discussione nel governo sull'obbligatorietà delle vaccinazioni più importanti per l'iscrizione alla scuola dell'obbligo.

"Perché si possano immunizzare anche quelle decine di migliaia di bambini e ragazzi ancora non vaccinati occorre però un maggior coinvolgimento nella campagne di educazione alla vaccinazione dei medici di famiglia, oggi chiamati a vaccinare solo per influenza e pneumococco, mentre potrebbero avere un ruolo fondamentale nel recupero di fiducia verso la pratica vaccinale - sottolinea Scotti -  E' necessario che il medico di medicina generale sia messo in grado di prendere in carico sia gli assistiti da vaccinare, seguendoli anche durante la fase dei richiami, sia le famiglie per un rinforzo delle loro comunita' di pazienti sulla responsabilita' e diritto alla vaccinazione". 

"Mi auguro che la nuova Convenzione risolva lo scarso coordinamento informativo tra noi e i servizi di prevenzione vaccinale, oggi troppo lasciata alla buona volonta' dei professionisti e poco strutturata. Il risultato e' che spesso non sappiamo chi dei nostri pazienti e stato immunizzato e chi no".

"La fuga dalle vaccinazioni - conclude Scotti- è un problema culturale e di disinformazione alimentata dalle bufale che circolano sul web. Non possiamo però permetterci epidemie, come quella di morbillo in corso, in attesa che i seguaci dei no-vax si convincano che la scienza è quella basata sulle evidenze, tutte a favore dei vaccini, e non sulle opinioni. I medici di famiglia possono dare un contributo determinante a superare le resistenze in fasce ancora troppo estese della popolazione". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini, i medici di famiglia plaudono all'obbligo per l'iscrizione scolastica

Today è in caricamento