rotate-mobile
Lunedì, 30 Gennaio 2023
Vaccini

"I no-vax responsabili morali per la morte dei bambini"

Il duro j'accuse del commissario europeo alla Salute: "Chi è contro i vaccini vuole riportarci all'età della pietra"

"I movimenti anti vaccini non sanno quello che fanno, vogliono riportarci indietro di decenni, all’epoca dell’oscurantismo, all’età della pietra". E' un attacco a muso duro contro i movimenti no-vax quello del commissario europeo alla Salute, il lituano Vytenis Andriukaitis, intervenuto a una conferenza sullo Stato della Salute nell'Ue.

"Uno degli strumenti più efficaci nelle politiche della salute, per la prevenzione della morte da malattie infettive, da pandemie ed epidemie è la vaccinazione - ha detto Andriukaitis - nessuno ne dubita. Nessuno che abbia una minima conoscenza scientifica, che abbia una minima conoscenza della storia".

Il commissario Ue, che al di fuori della politica è anche un medico, ha puntato il dito contro "tutti questi movimenti, che usano vari argomenti" e che "non capiscono quello che fanno". 

"Le famiglie che seguono le raccomandazioni" dei movimenti no-vax "sono costrette a seppellire i loro bambini. E' accaduto quest'anno a una coppia di genitori. Quelli che si oppongono ai vaccini dovrebbero rendere visita a questa famiglia e andare alla tomba di questo bambino". 

"No-vax responsabili morali della morte dei bimbi"

"Vorrei invitare - ha continuato Andriukaitis - le persone contrarie ai vaccini a visitare le famiglie, a visitare le tombe dei bambini di quelle famiglie, e a pensare a quello che stanno facendo. Vorrei invitare tutti questi movimenti antivaccinazione a visitare i cimiteri europei del XIX secolo, del XVIII secolo, dell'inizio del XX secolo: troveranno moltissime tombe di bambini piccoli. Perché? Perché non c'erano vaccini". 

Vaccinazione nelle Asl italiane (foto Ansa)

Chi è contro i vaccini ha la "responsabilità morale" di quei decessi perché i" bambini non possono scegliere, sono gli Stati che devono garantire la protezione più elevata, e se i genitori non lo fanno, sono gli Stati che devono tutelare il diritto alla vita dei loro figli".

Vaccinazioni obbligatorie, la sentenza della Corte

Il j'accuse di Andriukaitis arriva all'indomani della sentenza con cui la Corte Costituzionale ha respinto i ricorsi presentati dalla Regione Veneto sulle vaccinazioni oblbigatorie a scuola. La Corte ha dichiarato non fondate tutte le questioni prospettate nei ricorsi del Veneto. Secondo i giudici costituzionali, le misure adottate rappresentano una scelta spettante al legislatore nazionale.

Tra i 'nodi' che la Consulta è chiamata a sciogliere, oltre all'obbligatorietà di determinate vaccinazioni, le sanzioni per l'inosservanza dell'obbligo vaccinale, i casi di esonero o di differimento, gli indennizzi a favore dei danneggiati.

La notizia su EuropaToday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"I no-vax responsabili morali per la morte dei bambini"

Today è in caricamento