Martedì, 26 Ottobre 2021
Crisi economica

I leader Ue a Roma: "Euro irreversibile"

Il premier Mario Monti a colloquio con Angela Merkel, Francois Hollande e Mariano Rajoy sui temi della crisi economica: "Siamo pronti a lottare per l'euro". Pacchetto da 130 miliardi per la crescita

Si è concluso il vertice di Villa Madama a Roma sulla crisi dell'Eurozona tra il presidente del Consiglio Mario Monti, la cancelliera tedesca Angela Merkel, il presidente francese Francois Hollande e il premier spagnolo Mariano Rajoy. Al termine del summit a quattro c'è stata una conferenza stampa dalla quale sono emerse le principali parole d'ordine per affrontare il momento difficile della moneta unica.

NON SI TORNA INDIETRO - "Euro is here to stay" - "l'euro è irreversibile" - ha detto in inglese Mario Monti. "Bisogna lottare per l'euro facendo passi avanti anche sulla crescita", ha risposto Angela Merkel.

CRESCITA, TOBIN TAX E EUROBOND - I leader europei sembrano aver trovato un accordo, dunque, almeno su un punto fondamentale: nessuna retromarcia sulla moneta unica. Sul tavolo, in vista del consiglio europeo del prossimo 29 giugno, la Tobin Tax , la tassa sulle transazioni finanziarie che ha incontrato il consenso di tutti, e gli eurobond.

"Penso che gli eurobond debbano essere una prospettiva quando ci sarà una Unione con una maggiore integrazione" ha detto Hollande che ha espresso il suo parere favorevole alla ricetta anti-spread proposta da Monti. Un commento positivo anche da Rajoy che ha sottolineato come "tutti abbiamo scommesso sull'euro".

Su questo punto la cancelliera Angela Merkel ha voluto rispondere alle critiche della direttrice del Fondo monetario internazionale, Christine Lagarde, affermando che i fondi salva Stati europei non possono finanziare direttamente le banche di un Paese perché questo è vietato dai trattati. "Non è possibile farlo secondo i trattati e i trattati vanno rispettati", ha affermato.

"La crescita non può avere una base di solidità se non nella disciplina di bilancio e la disciplina bilancio non è sostenibile nel lungo periodo se non ci sono condizioni sufficienti di crescita e di sviluppo dell'occupazione", ha detto invece Monti per il quale, appunto, "l'euro è irreversibile". "Stiamo lavorando - ha proseguito il premier - per un pacchetto per la crescita che desideriamo sia rilevante, nell'ordine dell'1% del Pil europeo, cioè 130 miliardi di euro".

"Siamo le quattro maggiori economie dell'area euro e vogliamo lanciare un messaggio chiaro: facciamo tutto il necessario per tutelare la nostra valuta e siamo pronti a lottare per l'euro", ha continuato la cancelliera, che subito dopo ha aggiunto come nell'Unione valutaria "dobbiamo superare dei problemi".
 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I leader Ue a Roma: "Euro irreversibile"

Today è in caricamento