rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021

Vertice europeo senza l'Italia, l'ira di Renzi: "Se qualcuno pensa d'intimorirci sbaglia"

Matteo Renzi risponde piccato al mancato invito al vertice a Berlino tra Juncker, Merkel e Hollande: "È finita l'era degli egoismi in Europa, le regole le devono rispettare tutti"

"Se qualcuno pensa che dopo tre terremoti in 7 anni, io faccio una legge di stabilità che non consente ai sindaci di fare ai sindaci gli adeguamenti sismici delle scuole, non ha capito cosa è l'Italia". Lo ha detto il premier Matteo Renzi parlando al teatro Metastasio di Prato, commentando il vertice europeo di mercoledì prossimo a Berlino tra Juncker, Merkel e Hollande, al quale l'Italia non è stata invitata.

"Se pensa che non rispetti le regole non sanno cosa è l'Italia - ha continuato il presidente del Consiglio - Le regole le devono rispettare tutti anche chi come la Germania ha un surplis commerciale di 90 milioni di euro, che non sono stati investiti. È finita l'era degli egoismi in Europa, le regole le devono rispettare tutti. Se qualcuno pensa di intimorire me ha sbagliato persona - ha detto renzi - ma se pensano di intimorire l'Italia non sanno cos'è l'italia e noi gliela faremo vedere con molta calma".

Sullo stesso argomento

Video popolari

Vertice europeo senza l'Italia, l'ira di Renzi: "Se qualcuno pensa d'intimorirci sbaglia"

Today è in caricamento