rotate-mobile
Mercoledì, 17 Agosto 2022
Politica

Via i vitalizi a sei deputati condannati: ci sono anche Previti e Negri

"Colpiti" dal provvedimento anche Giuseppe Astone, Giuseppe Del Barone, Luigi Farace e Luigi Sidoti. Tutti soggetti a sentenza passata in giudicato a pene superiori a due anni di reclusione per delitti non colposi

La Camera ha revocato i vitalizi a sei ex deputati ultraottantenni. Fra questi Toni Negri e Cesare Previti. Gli altri quattro sono Giuseppe Astone, Giuseppe Del Barone, Luigi Farace e Luigi Sidoti. Lo ha deciso l'ufficio di presidenza della Camera, riunita ieri sotto la guida di Laura Boldrini.

L'ufficio di presidenza di Montecitorio è giunto a questa decisione sulla base della delibera del 2015, che prevede la revoca del vitalizio per gli ex deputati ultraottantenni condannati in maniera definitiva per delitti non colposi - consumati o tentati - ad una pena superiore ai due anni e che prevedano una pena fino a un massimo di sei anni.

Gli uffici della Camera, è stato spiegato durante la riunione, hanno lavorato in collaborazione con la Corte di Cassazione per l'individuazione dei nomi, considerando che nel casellario giudiziale non vengono più conservati i dati di coloro che hanno superato gli 80 anni. Ha votato contro la decisione il vicepresidente della Camera Simone Baldelli (FI), che dopo essere intervenuto in apertura di seduta - e ribadita la sua contrarietà al provvedimento - ha lasciato la riunione. Sono rimasti presenti, ma non hanno votato, Ferdinando Adornato (Ap), Gregorio Fontana (FI) e Raffaello Vignali (Ap). Si è astenuto Davide Caparini (Lega Nord).

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via i vitalizi a sei deputati condannati: ci sono anche Previti e Negri

Today è in caricamento