rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Politica Italia

Camera, sui vitalizi passa proposta Pd e M5s irrompono a riunione

Alla proposta M5S di equiparare il trattamento previdenziale dei parlamentari a quello previsto dalla legge Fornero per i lavoratori è stata contrapposta una delibera della vicepresidente della Camera Marina Sereni (Pd) che taglia per tre anni i vitalizi già in corso di erogazione

Polemiche e urla nei corridoi della Camera per la contrapposizione fra maggioranza parlamentare e Movimento 5 stelle sul tema dei vitalizi e delle pensioni dei deputati. Dopo che alla proposta M5S di equiparare (con una delibera nell’ufficio di presidenza di Montecitorio) il trattamento previdenziale dei parlamentari a quello previsto dalla legge Fornero per i lavoratori è stata contrapposta una delibera della vicepresidente della Camera Marina Sereni (Pd) che taglia per tre anni i vitalizi già in corso di erogazione, approvata, alcuni deputati del M5S si sono presentati alla porta dell’ufficio di presidenza.

Urlando “vergogna, vergogna!” si sono contrapposti ai colleghi degli altri partiti che avevano bocciato la delibera dei 5 stelle e in particolare alla vicepresidente Sereni. Secondo fonti parlamentari, alcuni deputati M5S hanno tentato di fare irruzione nella sala della riunione, bloccati fisicamente dai commessi della Camera. L’assembramento si è sciolto dopo che il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio (M5S) ha illustrato ai suoi colleghi di gruppo l’esito della riunione.

La proposta del Movimento 5 stelle di rientro dei deputati nel regime previdenziale della legge Fornero è stata bocciata, ma con il voto favorevole dei rappresentanti di Lega e Fratelli d’Italia nell’ufficio di presidenza della Camera. Quella della vicepresidente Pd Marina Sereni è passata all’unanimità dei presenti, dopo che i rappresentanti dei 5 stelle (Luigi Di Maio, Riccardo Fraccaro, Claudia Mannino) avevano abbandonato la riunione.

“E’ inaccettabile la gazzara messa in atto dal M5s – ha denunciato il presidnete dei deputati del Pd Ettore Rosato – frutto della consapevolezza che la loro proposta era inapplicabile e inefficace mentre la nostra delibera porta un risparmio immediato. Questo li ha mandati in bestia e dimostra che non hanno a cuore l’affrontare i problemi ma utilizzarli per alzare lo scontro politico con atteggiamenti di violenza verbale e anche fisica nei confronti del personale della Camera”. “Vivono di problemi irrisolti”, ha aggiunto, tornando a stigmatizzare un “atteggiamento violento inaccettabile e barbaro”.

“L’Ufficio di presidenza della Camera, approvando la nostra proposta sui vitalizi ha assunto una misura di equità e di rigore che incide sui trattamenti più alti dei deputati che percepiscono il vitalizio secondo il vecchio sistema”, ha sottolineato Marina Sereni. “Anziché la propaganda a noi stanno a cuore i dati concreti. La proposta del M5S non comportava alcun risparmio e non teneva conto dell’abolizione dei vitalizi parlamentari avvenuta nel 2012. Il contributo straordinario di solidarietà per tre anni che abbiamo oggi deliberato è un elemento di equità e di perequazione tra vecchio e nuovo sistema che produce nel bilancio della Camera un risparmio effettivo di circa 2,4 milioni l’anno”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camera, sui vitalizi passa proposta Pd e M5s irrompono a riunione

Today è in caricamento