Mercoledì, 3 Marzo 2021

Vitalizi, dopo le polemiche l'annuncio: mercoledì la "tagliola" arriva al Senato

Dopo l'adozione del nuovo regolamento della Camera sono oltre mille i ricorsi presentati dagli ex deputati contro il taglio della super pensione. Ora lo stesso potrebbe accadere anche per gli ex senatori

Il presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, ha comunicato che la questione dei vitalizi verrà definita nel corso del Consiglio di Presidenza del 16 ottobre.

Come rende noto un comunicato di palazzo Madama il presidente Casellati ha convocato il Consiglio di presidenza il 3 ottobre alle 14.30 per l'adozione del testo base e fisserà, compatibilmente con le esigenze dei membri del Consiglio stesso, il termine per la presentazione degli emendamenti per venerdì 12 ottobre alle 12.

La decisione arriva dopo il parere depositato dal Consiglio di Stato: i giudici amministrativi, esprimendosi sul quesito posto dal Senato per l'abrogazione del regime dei vitalizi, hanno affermato la possibilità di disciplinare tale materia con il regolamento adottato da Palazzo Madama escludendo profili di possibile responsabilità derivante dall`approvazione della nuova normativa. I giudici di palazzo Spada spiegano tuttavia che la nuova disciplina dovrà essere "razionale non arbitraria" e vi sia "una causa normativa adeguata e giustificata da una inderogabile esigenza di intervenire o da un interesse pubblico generale".

In particolare - secondo il Consiglio di Stato - è possibile incidere sulle situazioni sostanziali poste dalla normativa precedente - cioè sull'affidamento al mantenimento della condizione giuridica già maturata - quando la nuova disciplina sia razionale e non arbitraria, non pregiudichi in modo irragionevole la situazione oggetto dell'intervento e sussista una causa normativa adeguata e giustificata da una inderogabile esigenza di intervenire o da un interesse pubblico generale, entrambi riguardati alla luce della consistenza giuridica che ha assunto in concreto l'affidamento.

Vitalizi, più di mille ricorsi ex deputati in rivolta: il piano per bloccare i tagli

Nel frattempo sono stati presentati oltre mille i ricorsi contro i tagli dei vitalizi da parte di ex deputati contro la delibera dell'ufficio di presidenza della Camera. Un numero che secondo il presidente della Associazione ex parlamentari, Antonello Falomi, segnala l'indignazione e la protesta di chi, per il solo fatto di essere un ex parlamentare "è stato oggetto, in questi ultimi anni, di una violenta a arrogante campagna politica che lo ha dipinto come un delinquente, un ladro o un parassita al quale, come ha esplicitamente detto Luigi Di Maio, si vuole perfino negare il sacrosanto diritto di rivolgersi a un giudice".

Proprio sui ricorsi degli ex parlamentari si è espresso il presidente della Camera Roberto Fico

"Gli ex parlamentari hanno deciso di fare un ricorso di massa contro la delibera che taglia i vitalizi. È un loro diritto ma - lo ripeto - sono tranquillo e mi assumo la totale responsabilità di tutto. Questa delibera è salda e sarei pronto a farla altre cento volte".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vitalizi, dopo le polemiche l'annuncio: mercoledì la "tagliola" arriva al Senato

Today è in caricamento