rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Politica Italia

Il Centrodestra vota M5s: a Crimi la prima presidenza del "governo transitorio"

Il senatore del Movimento 5 Stelle, Vito Crimi, è stato eletto presidente della commissione speciale di Palazzo Madama che esaminerà il documento di economia e finanza e gli altri provvedimenti lasciati in sospeso dal Governo Gentiloni

Il senatore del Movimento 5 Stelle, Vito Crimi, è stato eletto con 19 voti su 27 presidente della commissione speciale di Palazzo Madama che sarà chiamata a esaminare il Def e gli altri provvedimenti lasciati in sospeso.

"In questa situazione particolare in cui di fatto non c'è un governo e non c'è una maggioranza forse la centralità del Parlamento mai come adesso può essere portata avanti - spiega Crimi -  Cercheremo nell'interesse dei cittadini di dare i pareri sugli atti del governo che sono gli affari ordinari e in particolare il Def che arriverà a momenti", visto che la scadenza è il 10 aprile.

Countdown per l'aumento al 24% dell'Iva, mannaia sul commercio

La commissione speciale si occuperà di esaminare gli atti urgenti presentati dal Governo tra cui l'importantissimo Documento di economia e finanza che dovrà impedire l'aumento automatico dell'Iva.

Tiene l'accordo tra Centrodestra e M5s

Vito Crimi è stato eletto presidente della commissione speciale del Senato per l'esame degli atti urgenti del governo con i voti del proprio gruppo, il M5S, e con quelli del centrodestra (Fi, Lega e Fdi).

"Forza Italia ha votato per il presidente Crimi" spiega l'esponente azzurro Lucio Malan: "Abbiamo votato secondo gli accordi presi e abbiamo naturalmente votato per il nostro candidato vicepresidente Caliendo e i voti per i segretari siamo contenti siano andati ai partiti che altrimenti non sarebbero stati rappresentati, Pd e Fdi".

Adolfo Urso, senatore di Fratelli d'Italia, conferma la tenuta dell'accordo tra centrodestra e Movimento 5 stelle nonostante all'appello manchino 2 preferenze. "Tutto il centrodestra aveva il mandato di votare Crimi, noi di Fdi l'abbiamo fatto, forse 2 voti sono andati ad altri, ma il centrodestra e' stato compatto", sottolinea. 

La Commissione speciale del Senato

Il Movimento 5 stelle conta 9 componenti nella commissione speciale sugli atti del Governo, 5 sono i senatori di Forza Italia, 5 della Lega, 2 di Fratelli d'Italia, 4 del Pd e 1 senatore Leu e 1 delle minoranze linguistiche.

Enrica Rivolta della Lega e Giacomo Caliendo di Forza Italia sono stati eletti vice presidenti della commissione Speciale del Senato.

Simona Malpezzi del Pd e Giovanbattista Fazzolari di Fdi sono stati eletti segretari della commissione speciale del Senato.

Il Pd accusa: "Centrodestra e M5s si spartiscono le poltrone"

"M5S e il centrodestra, in un delirio di onnipotenza, si accaparranno e spartiscono gli incarichi all'interno della Commissione speciale" accusa il Presidente dei senatori del Pd Andrea Marcucci, commentando l'esito delle votazioni per l'elezione dell'Ufficio di Presidenza della Commissione speciale.

"Hanno impedito alle minoranze, e in questo caso al Pd, di acquisire un vicepresidente, contravvenendo ad una consolidata prassi parlamentare. Siamo di fronte all'ennesimo vergognoso episodio che testimonia una concezione proprietaria delle istituzioni e del Parlamento che ci preoccupa e indigna. Complimenti vivissimi a M5S e centrodestra per la loro idea di democrazia!".

Verso il nuovo Governo, le consultazioni in diretta dal Quirinale

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Centrodestra vota M5s: a Crimi la prima presidenza del "governo transitorio"

Today è in caricamento