rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Regionali / Milano

Vittorio Feltri eletto in Lombardia: "Presiedere il consiglio regionale? No, che rottura..."

Il direttore editoriale di Libero è il consigliere più anziano, quindi toccherebbe a lui guidare la prima seduta in aula in programma tra il 16 e il 31 marzo

Vittorio Feltri, 79 anni, eletto a Milano nella lista di Fratelli d'Italia alle elezioni regionali in Lombardia, dovrebbe presiedere la prima seduta del consiglio regionale (in programma tra il 16 e il 31 marzo), essendo il consigliere più anziano. Eppure non sembra disposto ad accettare di buon grado il compito che lo aspetta. "Ah questo non lo so, è una notizia che mi date voi, ma rifiuterò perché non ho nessuna voglia di rompermi i cogl...", dice scherzando il fondatore e direttore editoriale di "Libero" contattato dall'AdnKronos.

E a chi sostiene che Feltri si dimetterà ancora, dopo aver già detto addio al consiglio comunale di Milano, replica piccato: "Chi lo dice non sa che mentre ero consigliere in comune, dove ero entrato con un buon patrimonio di voti, ho avuto una malattia che non è delle più docili, si chiama cancro. Ho dovuto fare delle cure e sono stato ricoverato a lungo in clinica. Non potevo continuare a fare il consigliere comunale essendo assente per motivi di salute gravi. Non capisco perché si debbano dire queste sciocchezze".

Per il presidente uscente Attilio Fontana, riconfermato con oltre il 54% dei voti, Feltri spende parole di ammirazione: "È un amico, lo stimo e si è comportato bene anche nella legislatura precedente". Al presidente della Lombardia, sottolinea Feltri, "non ho nessuno consiglio da dare, lo prego di continuare ad andare avanti come ha sempre fatto". La sua elezione, osserva ancora, "è stata un trionfo, vuol dire che quello che ha fatto lo ha fatto bene e va bene così". Un risultato del genere, ammette, "me lo aspettavo e non mi ha assolutamente sorpreso. Dopo le elezioni politiche si capiva quale fosse l'andazzo e non ci voleva un'intelligenza particolare per capire che qui in Lombardia e nel Lazio avrebbe trionfato il centrodestra".

Chi esce sconfitto da questa tornata elettorale in Lombardia è Letizia Moratti, candidata con una sua lista civica sostenuta dal Terzo polo, che è arrivata terza ottenendo solo il 9,87%. "Ha fatto una figura barbina, non lo dico io, è una constatazione. Secondo me la Moratti deve cambiare mestiere", sottolinea Feltri.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vittorio Feltri eletto in Lombardia: "Presiedere il consiglio regionale? No, che rottura..."

Today è in caricamento