Vaticano, mandato di cattura per il vescovo Zanchetta: è accusato di abusi sessuali

La magistratura di Salta, in Argentina, ha spiccato un mandato di cattura internazionale nei confronti del vescovo, domiciliato nella Santa Sede, dopo che lui si sarebbe reso irreperibile

Gustavo Zanchetta (ANSA/AP Photo/Javier Corbalan) [

Mandato di cattura internazionale della magistratura argentina nei confronti del vescovo di Oran, monsignor Gustavo Zanchetta, accusato di abusi sessuali continuati, con l'aggravante di essere un religioso, nei confronti di due seminaristi. Lo hanno reso noto fonti della Procura di Salta. Zanchetta è considerato vicino a Papa Francesco, che nel 2017 lo aveva nominato consigliere di Apsa, l'Amministrazione del patrimonio della Sede apostolica.

Zanchetta finora si è sempre proclamato innocente. Secondo Repubblica il mondo conservatore in questi mesi ha più volte usato il caso per attaccare il Pontefice. "Bergoglio - scrive il quotidiano di largo Fochetti - non ha mai voluto parlare direttamente di queste vicende anche se l’anno scorso, alla televisione messicana Televisa, aveva accennato che Zanchetta sarebbe rimasto in Vaticano perché nel dubbio bisogna sostenere il presunto colpevole". In assenza di accordi peraltro non è prevista estradizione dal Vaticano all'Argentina. 

Fonte: La Repubblica →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento