Mercoledì, 22 Settembre 2021

Adele, malata di sclerosi multipla: "Resto qui ad Amatrice, è la mia terra"

Le assistenti sociali sostengono che la tendopoli non sia il posto adatto ad Adele: "È assurdo, vorrebbero che andassi al mare, ma mio marito ha il bestiame, voglio stare con lui"

Adele Narcisi, 46 anni, da quasi 20 anni ha la sclerosi multipla. E' tra gli sfollati del terremoto che ha causato centinaia di morti in Centro Italia lo scorso 24 agosto. 

Da allora vive nella tendopoli di Amatrice. Le assistenti sociali sostengono che non sia il posto adatto a lei: "È assurdo, vorrebbero che andassi al mare, ma mio marito ha il bestiame, voglio stare con lui".

C'è rimasta male quando sabato pomeriggio le assistenti sociali le hanno detto che una tenda non era il posto adatto a lei.  E' la Stampa a raccontare la sua storia.

Via dai campi, quindi, ma per andare dove? «A me hanno proposto solo di andare al mare», spiega Adele. «Secondo loro dovrei lasciare qui mio marito che non può muoversi perché ha il bestiame, sei ettari di terra di proprietà e molti altri in affitto, e andare da sola al mare. A me sembra un’assurdità! Resto qui. Senza un tetto, al freddo, con disagi enormi ma almeno sono nella mia terra e con i miei cari». 

A Scai l'inverno è vicino: a mille metri nevica presto, e le soluzioni (che ci sarebbero) sono bloccate dalla burocrazia. Valerio Capraro, vicepresidente della onlus La Via del Sale, dice al quotidiano torinese:

"A noi piacerebbe poterle consegnare una casetta di legno dove poter passare l’inverno in maniera dignitosa. Purtroppo, allo stato attuale, ciò non è possibile, neanche sul suo terreno, in quanto per questa emergenza è stato vietato ogni ricorso a soluzioni fai da te. Sarebbe un abuso edilizio".

Fonte: La Stampa →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Adele, malata di sclerosi multipla: "Resto qui ad Amatrice, è la mia terra"

Today è in caricamento