Martedì, 16 Luglio 2024

Adolescenti si barricano in casa, sparano alla Polizia poi si suicidano in diretta web

Orrore in diretta streaming: Denis e Katya si sono chiusi in casa con un arsenale di armi e droghe; dopo aver sparato alla madre della ragazza hanno ingaggiato una vera e propria guerriglia contro le forze speciali russe, prima del tragico epilogo

Due quindicenni sono stati trovati morti all'interno di una casa in Russia, nella regione nordoccidentale di Pskov. A fare chiarezza su quanto è successo un filmato che gli stessi hanno girato in live-streaming sui social network. Denis Muravyov ha sparato alla madre della fidanzatina Katya poi ha ingaggiato una sparatoria con la polizia. Poi i due adolescenti si sono suicidati, tutto "in diretta su Periscope".

Adolescenti si suicidano in diretta sui social

Tutto sarebbe iniziato per la sfuriata della donna, arrabbiata perché la figlia era andata ad un pigiama party senza permesso, ma la relazione tra i due fidanzatini sarebbe stata osteggiata da genitori. Nel video ripreso con Periscope, e le foto sono state postate su Instagram, i due adolescenti sono blindati nell’appartamento e circondati da armi come ricostruito dal quotidiano britannico Daily Mail.

I due hanno trasmesso le ultime ore, mentre bevevano, fumavano e rispondevano alle domande dei compagni. Katya, per gioco, punta la pistola alla tempia di Denis, poi sui social dichiara: “Non abbiamo scelta”. Denis aggiunge: "Se non ci arrendiamo, moriamo. Ma se ci arrendiamo, non potremo vederci più".

Le forze speciali hanno trascorso ore a negoziare, ma una volta entrate in casa, i ragazzini si erano già suicidati. Erano in conflitto con i genitori, così si sono barricati per tre giorni. Le armi dovrebbero appartenere al patrigno della ragazza, anche lui nelle forze speciali.

Fonte: Daily Mail →
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Adolescenti si barricano in casa, sparano alla Polizia poi si suicidano in diretta web
Today è in caricamento