Sabato, 18 Settembre 2021

Lo rapina del cellulare poi si accorge che è un modello vecchio e lo riempie di botte

A Piacenza una rapina si è trasformata in un'aggressione. Un'escalation di violenza che non si è fermata neppure all'arrivo dei Carabinieri

Gli ha strappato il cellulare di mano, poi si è accorto che era un modello vecchio, si è arrabbiato ed è tornato indietro per picchiarlo: per la rabbia lo ha colpito con calci e pugni e gli ha buttato il telefono nel bidone dell'immondizia. Teatro della vicenda i Giardini Margherita di Piacenza.

La vittima è un cittadino romeno di 37anni ed ha usato proprio il telefonino, magari obsoleto ma resistente, per chiamare i soccorsi.

Il 112 ha inviato sul posto due pattuglie, ma nonostante i militari accorsi in forze, l'aggressore - un giovane del Mali regolare in Italia - è diventato ancora più violento. Ne è nata una colluttazione al termine della quale è stato caricato in auto e poi portato al comando provinciale di Piacenza. 

Al termine degli accertamenti l'aggressore è stato arrestato. Comparso in tribunale per la direttissima, per lui, regolare con permesso di soggiorno e incensurato, è stato disposto il divieto di dimora a Piacenza. La vittima, accompagnata in pronto soccorso, ha riportato diversi traumi.

Fonte: ilPiacenza →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo rapina del cellulare poi si accorge che è un modello vecchio e lo riempie di botte

Today è in caricamento