rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021

Alitalia indagata: chiese la cassa integrazione senza averne diritto

L'accusa della procura di Civitavecchia: indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato. Tutto è partito dall'inchiesta avviata dopo l'incidente del volo Carpat Air finito fuoripista a Fiumicino

Ancora nubi sui cieli di Alitalia. L'ex compagnia di bandiera è indagata per "indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato nell'ambito di un'inchiesta della procura della Repubblica di Civitavecchia". Lo riporta Repubblica. L'indagine è un filone di quella avviata dopo l'incidente dell'aereo Carpat Air finito fuori pista a Fiumicino.

Secondo la procura la compagnia "avrebbe approfittato della cassa integrazione per 250 dipendenti quando, il giorno prima della richiesta di aiuti, aveva firmato con Carpat Air un contratto di affitto di aerei e personale".

L'ipotesi dalla quale parte l'impianto accusatorio, spiega Repubblica, "fa riferimento alla decisione con la quale Alitalia, a fine 2012, mandò in cassa integrazione 250 dipendenti motivando tale iniziativa con un eccesso di personale rispetto al reale fabbisogno della compagnia aerea".

In pratica Alitalia "avrebbe dichiarato il falso avendo stipulato il giorno precedente alla messa in cassa integrazione un contratto con la Carpat Air per il noleggio di aerei e di personale". 

La nuova indagine che vede, per il momento, indagata la sola società, è destinata ad estendersi ai responsabili dei fatti presi in esame dal magistrato di Civitavecchia dopo l'incidente di Fiumicino.

Fonte: Repubblica →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alitalia indagata: chiese la cassa integrazione senza averne diritto

Today è in caricamento