Martedì, 22 Giugno 2021

Allergie, ristoranti obbligati a segnalare le sostanze a rischio

Dal prossimo 13 dicembre la trasparenza nel menu diventa obbligatoria. Ne parla Mario Pappagallo in un articolo del Corriere della Sera

ROMA - Dal prossimo 13 dicembre 2014 sarà obbligatorio indicare gli allergeni anche per i prodotti somministrati nei ristoranti, mense e bar con annessa ristorazione. Parliamo di alimenti (e loro derivati) come i crostacei, le uova, i cereali che contengono glutine, la soia, il latte e il lattosio, la frutta a guscio, i molluschi, la soia, il pesce. Finora l’obbligo di legge riguardava i prodotti preconfezionati e quelli venduti allo stato sfuso.

Come spiega Mario Pappagallo sul Corriere della Sera, "dal 13 dicembre, entrando in un ristorante, in un self service, in un bar, in una mensa, in gelateria, in una gastronomia, le diverse proposte del menu saranno accompagnate o da un «foglietto illustrativo» (come per i farmaci) che segnalerà la presenza, se prevista, di uno o più dei 14 principali nutrienti fonte di allergia. O presentate da un «addetto agli allergeni» che li elencherà quando si sceglie un piatto, affiancando il cameriere e il sommelier".

Ricordiamo che sono ben otto milioni gli italiani allergici ad alimenti. La metà di essi rischia la vita per choc anafilattico, mangiando ciò che "gli è proibito". Gli intolleranti sono invece dodici milioni, quasi un milione e mezzo i celiaci diagnosticati. 

L'applicazione del regolamento europeo in materia di allergeni fa esultare gli allergologi, che sottolineano l'importanza della trasparenza a tutela della salute dei cittadini. Protestano, invece, le categorie di settore: "Gli esercenti italiani attendono ancora di sapere quali indicazioni dovranno fornire e come lo dovranno fare. E non sanno l’entità delle sanzioni in caso di inadempimento", racconta al Corsera Enrico Stoppani, presidente della Federazione italiana pubblici esercizi 

Fonte: Corriere della Sera →
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allergie, ristoranti obbligati a segnalare le sostanze a rischio

Today è in caricamento